Giacomarro bacchetta i suoi dopo la sconfitta con l'Avellino: "Ingenui sui gol, offerto su un piatto d'argento il successo ai lupi"

15.09.2019 19:54 di Alfonso Marrazzo   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com
Giacomarro bacchetta i suoi dopo la sconfitta con l'Avellino: "Ingenui sui gol, offerto su un piatto d'argento il successo ai lupi"

Prima sconfitta stagionale per il Picerno di mister Giacomarro che paga un approccio molle alla gara: "Una delle più belle partite, intensa, vogliosa da parte dei miei, partire però sullo 0-2 dopo 12' diventa poi difficile riprenderla. Avellino impeccabile nella fase difensiva, ma noi ingenui sui gol. Peccato che non siamo riusciti a riprenderla". Entrambe a caccia della tera vittoria di fila, alla fine l'hanno spuntata i lupi: "Dopo quattro giornate non possono esprimersi al meglio tutte le squadre. Solo Catanzaro e Reggina mi sembrano continue, noi come Picerno dobbiamo lottare per salvarci cosa che oggi a tratti non abbiamo fatto". Picerno sbarazzino che piace e diverte, ma oggi la matricola potentina non ha ottenuto punti e domenica arriva sempre al "Viviani" la Casertana: "Sappiamo che siamo inferiori a tante altre squadre. Oggi quando dai la possibilità a squadre come l'Avellino di segnare due gol dopo pochi minuti vuol dire che manca qualcosa. Se fai errori in serie C vieni punito immediatamente". Giacomarro, infine smorza gli entusiasmi e spera che l'Avellino possa essere la sorpresa del campionato: "Una tifoseria del genere non merita tutte le vicissitudini che stanno coinvolgendo la società. Noi, invece, dobbiamo salvarci il prima possibile. Se facciamo un campionato importante può essere la ribalta per un paesino di 5mila anime". Il suo 3-5-2 messo in difficoltà dal 4-5-1 di Ignoffo: "Dovevamo seguire bene le ripartenze. La nostra disattenzione ci è costata la partita".