Il Foggia crede alla C. Con le ultime vicende giudiziarie che stanno interessando il Bitonto, promosso per cristallizzazione delle classifiche dopo il coronavirus e interessate da una presunta combine, ora il Foggia crede nello sgambetto. TuttoC.com ha intervistato il tecnico, nonché dirigente, dei satanelli, Ninni Corda.

Foggia in Serie C: quale è la percentuale?
"Abbiamo altissime possibilità: stiamo pensando di subentrare al Bitonto. Visto che abbiamo chiuso a un solo punto, basterebbe una minima penalità per scavalcarli. Basterebbe anche un solo punto per riacciuffarli in classifica. Quindi basterebbe la responsabilità oggettiva del Bitonto, senza nemmeno pensare a una responsabilità diretta del club. I nostri avvocati hanno visto le carte delle indagini sulla presunta combine tra i neroverdi e il Picerno: ci hanno detto che le accuse sono molto pesanti. Per questo attendiamo fiduciosi l'esito della giustizia sportiva. Inoltre presenteremo domanda per il ripescaggio. Non lasceremo nulla di intentato perché noi vogliamo la Serie C a tutti i costi".

E nel frattempo?
"Intanto oggi il Foggia è stato iscritto al campionato di Serie D. Mentre io mi sto muovendo per costruire la squadra del prossimo anno. È vero che la categoria non è ancora definita ma sto incontrando diversi club amici di Serie A. C'è voglia di riportare il Foggia ai livelli di Zeman e Pavone e di ridare serenità a una piazza meravigliosa come quella rossonera. A tal proposito, sono contento che tutti i soci, dopo qualche diatriba, hanno deciso di ripartire insieme e uniti".

Sezione: Le altre di Lega Pro / Data: Gio 23 luglio 2020 alle 16:51
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print