Gravina: "Il calcio non ha mai chiesto sconti, esistono norme chiare in caso di positività. Tifosi allo stadio? Me lo auguro"

01.06.2020 14:36 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gravina: "Il calcio non ha mai chiesto sconti, esistono norme chiare in caso di positività. Tifosi allo stadio? Me lo auguro"

Il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24 è tornato sul protocollo di sicurezza e la quarantena di squadra in caso di calciatore positivo: "Il calcio non ha mai chiesto scorciatoie o sconti. Oggi esistono delle norme chiare, che consentono di poter continuare l'attività, isolando un atleta o un professionista dello staff, continuando gli allenamenti. Sappiamo che è prevista questa norma, l'auspicio è che a breve, una settimana prima dell'inizio dei tornei, quindi della Coppa Italia, si possa rivalutare: manderemo una nuova proposta, nella speranza che questa norma venga rivisitata. Oggi, teoricamente, ma probabilmente anche in pratica, crea grande ansia e preoccupazione.

Pubblico negli stadi? Me lo auguro, è un auspicio. Sto seguendo la situazione degli impianti culturali, è impossibile che per uno stadio non possa esserci spazio per una percentuale minima di spettatori. A campionato iniziato potrebbe arrivare un altro piccolo segnale di speranza anche per ricompensare gli italiani dei loro sacrifici".