Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

basket

Del.Fes, non arriva il primo blitz: a Sant’Antimo lupi ko 79-68

Foto: Salvatore Marcello

Cade ancora l'Irpinia del basket che ormai non sa più vincere: il derby va a Sant'Antimo

Alfonso Marrazzo

La Del.Fes Avellino è chiamata a voltare pagina. A Sant’Antimo i lupi del basket sono chiamati a vincere la prima partita fuori il Pala Del Mauro. Si rivede anche Hassan. D’Andrea inaugura la sfida dalla lunetta. Battaglia risponde immediatamente con una bomba. Cena e Marra realizzano canestri di spessore, bello l’arresto e tiro del numero 4 avellinese, è 7-4 dopo 2’. Sale in cattedra per i ragazzi di Origlio Battaglia, per lui già 8 punti in due minuti scarsi, per i biancoverdi generosa la prova di D’Andrea. Battaglia è anche uomo assist e regala a Maggio un cioccolatino, tripla per lui e più cinque napoletano a un minuto dalla fine, è 21-15. Il punteggio sancirà anche la fine dei primi 10’.

Secondo periodo che inizia sulla falsa riga del primo. Tripla dell’ex Scafati Cantone. La Del.Fes si scuote con Spizzichini e firma un break micidiale di 0-10 e si riportano a meno tre 28-25 al 13’. Ochoa spezza la forbice aperta irpina, Basile non ci sta e piazza la tripla, è 35-30 a metà periodo. Tripla di Marra, Avellino trova punti pesanti da oltre l’arco. Segna Battaglia e Benedetto chiama time out. Avellino gestisce bene l’ultimo possesso e termina il primo tempo sotto di due punti con D’Andrea sempre più incisivo. Primo tempo 41-39. Nel terzo quarto subito due bombe per la Geko con Cena e maggio. La Del.Fes però non sta a guardare, Hassan e Spizzichini con un mini brek di 0-5 costringono Origlio al time out, è 47-46 al 24’. Esce bene dalla sospensione il rosster napoletano, Ochoa straccia la retina con un bel tiro dal perimetro. Anche Cantone prova di nuovo a far scappare i partenopei ma la Del.Fes è aggrappata alla partita grazie ad Hassan.

Si va così all’ultima pausa sul risultato di 55-53. Invio Ultimo periodo nervoso, i due roster quasi hanno paura ad attaccare le difese. Non si segna per quasi due minuti, la posta in palio comunque è altissima. Cena spezza l’incantesimo dalla linea della carità poi Cantone, spara dai sei e settantacinque e brucia la retina, è 60-55 al 33’. Segna anche Ochoa, il lungo argentino classe ‘79 sta facendo il bello ed il cattivo tempo. Sono 14 per lui. Avellino si è dimenticata la strada che porta al canestro. Altra tripla di Cantone, meno 9 e time out chiamato dalla panchina irpina, è 64-55. Si sblocca Marra dopo una piccola latitanza. La Del.Fes ora deve alzare il muro e trovare energie in attacco ma la tripla di Maggio fa male, Sant’Antimo a tre dalla fine vede il traguardo sul più dieci. D’Andrea è sempre uno dei più propositivi in casa Del.Fes, sfrutta un assistenza di Basile e anima la fiammella. Adesso si segna da ambo le parti, gara che si fa avvincente. Sant’Antimo in bonus a due dalla fine. Avellino si fa fischiare tecnico con Hassan. Altro ko, è 79-68.

tutte le notizie di