Intervistato da Ottochannel, l'ex coach della Scandone Avellino, Zare Markov ski ha ricordato l'esperienza in biancoverde concentrandosi anche sul difficile presente: "Sono chiuso in casa, a Milano, da 39 giorni, scendo solo al pianterreno per recuperare la spesa che ordiniamo online. Anziché prendermi il virus voglio rimanere in casa. Sono dispiaciuto per la morte di Franco Lauro, che ho conosciuto 30 anni di fa e che incontravo sempre con grande affetto. La Scandone? Nei miei primi tre anni abbiamo tenuto il club in Serie A in assoluta precarietà, dopo di che è stato un incantesimo e voglia di competere per vincere trofei che hanno nascosto situazioni che l'hanno portata dove è ora".
Sezione: Basket / Data: Mer 15 aprile 2020 alle 20:32
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print