A Saviano finisce 1-1. La Virtus Avellino deve accontentarsi del pari. 

La Virtus Avellino dopo una partita gagliarda si fa raggiungere sul finale dal Saviano e torna a casa con un punto che le sta stretto. 

Gli uomini di mister Della Rocca soffrono nei primi minuti, prendono le misure ai padroni di casa e crescono nella seconda metà di un primo tempo giocato su ritmi sostenuti. Parte subito forte il Saviano che nei primissimi minuti prova ad impensierire la porta di Parisi con tiri dalla distanza di Ildebrante e qualche incursione aerea di Fragiello ex di turno insieme a Salvato. Meglio la Virtus dal 15’ in avanti quando avanza il proprio baricentro guadagnando sempre più metri nella metà campo avversaria. Poche emozioni. Tanta garra. Nessun gol per il tridente ipermobile virtussino composto da Giorgio vertice alto D’Avella e Ripoli frecce pronte a conficcarsi nel cuore della retroguardia neroverde. Proprio Ripoli, spina nel fianco di Schioppa, costringe il centralone prima al fallo da giallo e poi ad uscire per Leso con Manzo che si accentra e il nuovo entrato a presidiare l’out di destra. 

Nel secondo tempo la Virtus prosegue la sua evoluzione tattica e gioca ancora con più piglio. e così al 7’ il Saviano è costretto al secondo cambio. In panca ci finisce proprio Ildebrante troppo nervoso ed entra Marulli. La partita perde di aplomb e arrivano tre gialli in 7 minuti. Prima Fragiello per fallo su Genovese, poi Madonna per fallo su Orefice, infine Giorgio per reazione all’eccessiva veemenza del suo marcatore. Si gioca poco e al 18’ ammonito anche capitan Lattarulo per fallo su Fragiello. 

La Virtus, però, prova a vincere la partita e al 20’ mette in campo Cucciniello, ma la mossa tattica migliore arriva 2 minuti dopo quando entra Della Rocca Jr per Perriccione. Tatticamente non dovrebbe cambiare niente ma il Saviano, pur essendo Schibano per Piazzola capitola subito. Il neoentrato Della Rocca Jr, sfruttando la catena di destra con Ripoli si invola in area e viene atterrato con una gomitata da un ingenuo Bracale. Rigore cristallino. Sul dischetto a sorpresa si presenta Giorgio. Il bomber virtussino è freddo e al 26’ trasforma la rete de vantaggio e corre ad abbracciare lo specialista Genovese che gli ha lasciato il tiro. Al 32’ prima di uscire stremato Giorgio potrebbe raddoppiare ma il suo tiro, forte ma centrale, viene respinto con i piedi da Salsano. Gli animi del Saviano sono sovrastati dalla frustrazione e il braccio troppo largo di Sorrentino si becca solo un giallo su Modano, anche lui giustamente ammonito. 

Quando tutto sembra sotto normale giurisdizione ecco l’incidente accorso a Parisi che riporta in parità il Saviano. Il tiro di Orefice non di certo trascendentale non viene trattenuto dalle mani incerte del giovane portiere ospite (migliore in campo nelle prime sue uscite stagionali in campionato) e finisce oltre la linea. Saltano gli schemi e al 47’ Marulli addirittura potrebbe portare in vantaggio i suoi ma il suo destra ad incrociare finisce a lato. Le squadre sono sfinite e l’ultimo sussulto è dato dallo squillante fischio del direttore di gara che manda tutti negli spogliatoi

Sezione: Calcio Minore / Data: Dom 18 ottobre 2020 alle 17:03
Autore: Alfonso Marrazzo
Vedi letture
Print