Capuano: "Aspetto calciatori importanti, qualcuno l'ho visto svagato e occhio ai convocati..."

18.01.2020 12:58 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TUTTOmercatoWEB.com
Capuano: "Aspetto calciatori importanti, qualcuno l'ho visto svagato e occhio ai convocati..."

Consueta conferenza stampa della vigilia per Ezio Capuano, squalificato domani contro il Teramo (in panchina andrà Padovano): “Affrontiamo la squadra che ha maggiormente deluso nella prima parte della stagione. Un avversario forte, costruito con un budget enorme, che fa del centrocampo il suo punto di forza, di grande qualità. Noi siamo pochi, a causa di infortuni e squalifiche, soprattutto nel reparto nevralgico. Dovremo fare i conti con un tour de force importante, con tre gare da affrontare in 8 giorni. Lo faremo da Avellino, saremo equilibrati ma guerrieri, lotteremo su ogni pallone e ci difenderemo nella maniera più opportuna".

Sul mercato: "E' un sollievo la bella notizia dello sblocco, ma purtroppo abbiamo dato ai nostri avversari 20 giorni per poter operare incontrastati, e di questo credo che ne risentiremo durante le tre gare ravvicinate. Mi aspetto arrivi importanti, giocatori che siano degni di questa piazza, elementi di qualità più che di quantità. Ho fiducia in Musa e Martone, mi dicono che lunedì dovrebbe arrivare qualcuno, tra cui Federico, che non conosco bene, ma ci ho parlato e ben venga il suo arrivo. Dini? Lo reputo il migliore portiere della Serie C. Bertolo era abituato a metodi di allenamento diversi, è un po' in ritardo di condizione, sta perdendo peso per mettersi in forma".

Sulle convocazioni: "Ho visto qualcuno svagato durante la settimana, ogni calciatore ha il dovere di essere un professionista. Non nascondo che possono esserci sorprese nell'elenco dei convocati. Io non sarò in panchina domani, ma ho uno staff tecnico di qualità che saprà sostituirmi alla grande. La classifica? Negli ultimi cinque turni di campionato abbiamo portato a casa più punti delle altre, ma il nostro riferimento principale resta il Picerno e la distanza che c'è tra noi e la zona playout".