L'amministratore della IDC, Giovanni D'Agostino ha parlato della sua esperienza ad Avellino nel corso di un appuntamento con YSport: "Il calcio mi ha salvato la vita tante volte, mi ha tenuto lontano da tante situazioni. Mi ha aiutato a tirar fuori il carattere e a fare gruppo. E la cosa più bella del nostro spogliatoio è proprio questa, c'è l'unione, il fare gruppo, anche una sorta di "bullismo velato" che però serve a far crescere i più giovani. L'ostacolo più grande è stato il calciomercato, dovevamo ripristinare l'importanza del nome Avellino, ci siamo riusciti grazie a una proprietà forte e al lavoro del direttore Di Somma. Poi durante il ritiro: abbiamo anticipato troppo la partenza e l'ultima difficoltà l'abbiamo vissuta a causa del Covid, in autunno e fino alla sconfitta col Bari. Quando c'erano da fare i tamponi, Ciancio provava a esorcizzare la paura e quando c'era un positivo lo telefonava e gli comunicava che "era stato nominato". È stato questo il momento più difficile della nostra gestione. 

Dopo Bari abbiamo rimesso in piedi i pezzi e siamo ripartiti. A Francavilla fummo divorati dalla paura, al ritorno ci siamo comportati meglio. Nel 2021 abbiamo fatto la differenza, con una media punti pazzesca. Mi aspetto una cosa del genere, dopo tanti sacrifici, la squadra ha reagito come si deve. Non facciamo mancare nulla ai calciatori, loro rispondono in maniera positiva. 

All'inizio, quando mio padre mi disse che sarei a capo dell'Avellino, un po' mi è caduto il mondo addosso. Avrei dovuto sposarmi, ma vuoi per il Covid, vuoi per gli impegni societari, ho dovuto rinviare tutto. L'amore con i tifosi, anche se solo via social, mi sta dando tanto, sono felice di ricoprire questo ruolo, ringrazio mio padre per avermelo affidato. Il direttore Di Somma mi ha ripreso sui social, mi ha detto di fare il bravo, come se fosse mio padre. Devo tanto a lui anche dal punto di vista etico e sportivo. Conservo valori del passato di cui abbiamo tanto bisogno. Con Maniero sono molto in sintonia, è un ragazzo d'oro, ma tutti i calciatori identificano lo spirito dell'azienda Avellino".

Sezione: Copertina / Data: Mar 30 marzo 2021 alle 16:47
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print