Dopo il pareggio in casa con lo Spezia, domani l'Avellino sarà impegnato sul difficile campo del Latina. I Lupi vorranno sicuramente tornare a casa con punti importanti ai fini della classifica. Come sempre, a presentare la sfida in conferenza stampa, ci ha pensato Massimo Rastelli che ha dichiarato: "Noi dobbiamo ripartire dalla presentazione di sabato. Se non avessimo fatto quella prestazione non avremmo portato a casa un risultato positivo. Adesso abbiamo due partite in trasferta difficile. La sfida di domani la definirei una partita tra 'Davide contro Golia' perchè affrontiamo una squadra forte dalle grande risorse che si è rinforzato moltissimo. Dobbiamo sfoderare una delle migliori prestazioni del campionato per cercare di tornare a casa con punti importanti". Sulle assenze difensive di Fabbro ed Ely: "Abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli e ho fatto delle prove per sostituire il brasiliano. Vergara in questa settimana ha fatto molto bene, domani mattina deciderò. Siamo consapevole, causa squalifica ed infortunio, nel reparto difensiva siamo ridotti quasi all'ossicino". Ritornando sulle sfide con i laziali della passata stagione: "Spero di giocare molto meno bene della scorsa stagione e tornare a casa con più punti. Sappiamo le loro caratteristiche e sappiamo che Beretta sia un grande allenatore". Sulla maggiore competitività del campionato: "Cerco sempre di mandare dei messaggi ad un ambiente che è molto maturato. Io penso che questo campionato sia molto più competitivo dello scorso anno.

Ci sono infatti, delle squadre che nella scorsa stagione hanno steccato e quest'anno possono rifarsi. Parlo di Brescia e Pescara. Poi ci sono le neopromosse che stanno facendo benissimo come il Perugia. Noi dobbiamo vivere alla giornata tenendo i piedi ben piantati a terra". Su un possibile cambio di modulo e Latina forte sulle palle inattive: "Ho lavorato anche sulla difesa a quattro. Inoltre, in questa settimana non abbiamo mai lavorato così tanto sulle situazioni di palle inattive". Sulla critica che la squadra crei poche azioni offensive: "Anche lo scorso anno si parlava di questo ad inizio anno. L'importante a mio modo di vedere è creare le occasioni e prima o poi gli attaccanti si sbloccheranno". Rastelli poi prosegue: "Avendo iniziato la stagione curando bene le due fasi, possiamo perdere l'equilibrio per voler fare qualcosa che adesso ancora non possiamo fare. Vogliamo essere più ermetici e corti, non possiamo prescindere da questo". Sull'inizio non fortunato di Ely e sulla possibilità di tesserare un difensore svincolato come era fino a qualche giorno fa Peccarisi: "Prendere un giocatore che non ha fatto preparazione può essere inutile perchè per entrare in forma poi servirà almeno uno due mesi. Ely ha fatto bene ed è stato sfortunato in determinato episodi. Comunque, in emergenza Bittante può benissimamente giocare dietro. Quindi penso che possiamo fare a meno di un ulteriore rinforzo difensivo". 

Sezione: Copertina / Data: Ven 19 settembre 2014 alle 12:45
Autore: Pasquale Nappo
vedi letture
Print