Si prova a ripartire. Ciampi (sindaco Avellino): "Entro domani alle 14 si dovranno presentare le società interessate. Poi l'iscrizione in Serie D..."

08.08.2018 12:45 di Ugo De Mattia  articolo letto 9954 volte
© foto di TuttoAvellino.it
Si prova a ripartire. Ciampi (sindaco Avellino): "Entro domani alle 14 si dovranno presentare le società interessate. Poi l'iscrizione in Serie D..."

L'Avellino prova a ripartire. In mattinata ha parlato il sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi, che in conferenza stampa ha dichiarato: "Ho pensato di convocarvi per rendere a conoscenza tutti per la questione del calcio Avellino. Ho fatto partire una manifestazione di interesse per cercare di iscrivere la squadra al campionato alla Serie D. Gli uffici della Federcalcio venerdì chiudono alle ore 12 e la settimana prossima sono chiusi, questa manifestazione d'interesse parte da questo momento e si chiude alle ore 14 di domani. Per avere poi il tempo in serata di valutare e mettere in condizione la persona scelta di iscrivere la squadra al campionato. Come amministrazione comunale quello che potevamo fare l'abbiamo fatto. Siamo stati molto tempestivi. Ci siamo messi in contatto con la Figc per cercare di fare questo passo. Penso che tra qualche minuto troverete la determina dirigenziale sul sito del Comune di Avellino. Aspettiamo a domani alle 14. Pubblicizziamo il tutto, anche a livello nazionale".

C'è stato qualche contatto?

"Non c'è stato nessun contatto scritto. Le uniche manifestazioni che conteranno saranno quelle che arriveranno in risposta a questo bando".

Quali sono le modalità richieste e quali sono i requisiti?

"Ci sono dei requisiti richiesti dalla Federcalcio e presenti nella delibera. Ci sono dei requisiti tecnici, oltre che di solidità finanziaria anche di esperienza nel mondo del calcio. C'è un contributo da versare entro venerdì a mezzogiorno di 150mila euro alla Figc, devono presentare un progetto che mostri attenzione nei confronti del calcio giovanile e di quello femminile. Sono tutte scritte e lo troverete sul sito del Comune di Avellino. Abbiamo previsto la possibilità di nominare una Commissione che potrà esaminare le richieste che arriveranno. La responsabilità sarà poi del sindaco, che dovrà presentare una lettera motivata alla Lega Nazionale Dilettanti".

Ha avuto modo di sentire Taccone?

"No, non l'ho sentito".

Ha avuto dei contatti?

"I contatti non scritti non hanno rilevanza. Ne ho avuto qualcuno non scritto, ma conterà solo chi risponderà a questo bando".

C'è stato un interessamento di Preziosi?

"Non ho intenzione e non sono stato autorizzato a parlare dei contatti non scritti. Dobbiamo parlare solo di chi è realmente interessato".

Si potrebbero mettere insieme anche più persone?

"Non posso unire una compagine sociale, deve essere indicato esplicitamente dagli interessati".

Chi ha fatto parte della passata proprietà può partecipare?

"In teoria non lo so, vediamo chi risponde. Non c'è un impedimento particolare".

I tempi sono strettissimi...

"Chi ci tiene si muove, lo sappiamo".

La città è profondamente ferita. Secondo lei la situazione è stata gestita male dalla precedente società?

"In questa fase voglio venire fuori da questa situazione e dare un futuro alla squadra di calcio in Serie B. Ho questo oblbigo morale. Stanotte praticamente non ho dormito. Quello che ho nel mio potere l'ho fatto in tempi rapidissimi. I tempi sono questi. I campionati vanno fatti. A caldo non mi sento di esprimere opinioni e non voglio fare polemica. A me preme non avere rimorsi. E' importante che ognuno faccia la sua parte. Per il calcio ad Avellino sono sempre a disposizione". 

Ci sarà un rimborso degli abbonamenti?

"Non lo so. E' un problema sul quale non mi sono concentrato".

Ha parlato con l'associazione "Per la Storia"?

"Non ho problemi a parlare con chiunque. Chi è interessato deve rispondere a questa manifestazione d'interesse. Questa è la situazione. Non la faccio io la squadra o vado a trovare l'imprenditore o la società. Dobbiamo essere imparziali e trasparenti".

Ci sono stati contatti italiani o esteri?

"Fondamentalmente ho avuto solo un paio di contatti, non irpini entrambi. Non ho preclusioni nei confronti di nessuno".

I contatti verbali appartengono a personaggi che già sono nel mondo del calcio?

"Presumo di sì, però non è sicuro".

Si aupica che ci sia una gestione migliore di quella passata?

"Vediamo. Il mio unico auspicio è che arrivi qualcuno che ami l'Avellino e faccia il bene del calcio. Pubblicizziamo al massimo il tutto".

Ci sarebbe la possibilità di iscrivere la squadra in Lega Pro...

Facciamo un passo alla volta. Al momento dobbiamo pensare di iscrivere la squadra in Serie D".