Grande successo della Scandone Avellino che ha superato tra le mura amiche i campioni d'Italia in carica dell'Armani Milano con il punteggio finale di 79-63. Si interrompe la striscia di vittorie in campionato dell'Olimpia che vinceva consecutivamente da 22 partite. Primo tempo eccezionale degli uomini di Vitucci che nella ripresa hanno subito il rientro di Gentile e compagni e che, seppur con qualche affanno, sono riusciti a gestire bene gli ultimi minuti di gioco. Partenza a razzo degli irpini che hanno piazzato un terribile break di 15-0. L'Armani ha trovato il primo canestro della propria serata solamente dopo cinque minuti di gioco. Gli uomini di Banchi hanno fatto enorme fatica rialzarsi mentre la Sidigas ha continuato a dare spettacolo, offrendo un'ottima prestazione dal punto di vista difensivo con un'intensità pazzesca.

Certamente sarebbe stato difficile se non impossibile continuare a giocare su quei ritmi per tutto l'arco del match. Per fortuna, almeno nel primo tempo, un buon contributo è arrivato anche da alcuni uomini della panchina, su tutti Lechtaler. Nella ripresa l'Olimpia ha cercato pian piano di ridurre il gap attraverso soprattutto le giocate di Gentile e di Joe Ragland. La Scandone ha amministrato abbastanza bene il match fino all'ultima parte dell'ultimo quarto, quando è emersa in maniera abbastanza lampante la poca lucidità degli irpini e le maggiori energie dei meneghini, forti di un roster molto profondo e competitivo. La Sidigas, per fortuna, è riuscita a non sprecare quanto di buono fatto per tutto l'arco del match e a portare a casa una vittoria estremamente importante per il prosieguo del campionato.

Sezione: Copertina / Data: Lun 03 novembre 2014 alle 21:47
Autore: Carmine Roca / Twitter: @carm_roca
vedi letture
Print