copertina

Undici lupi a caccia della qualificazione, Avellino devi vincere! Presentazione e probabile formazione

Undici lupi a caccia della qualificazione, Avellino devi vincere! Presentazione e probabile formazione

La situazione s'è complicata, ma si può ancora rimediare. L'Avellino ha perso il vantaggio ottenuto in campionato e si ritrova a dover rincorrere la qualificazione al secondo turno nazionale dei playoff. Non resta altro che...

redazione TuttoAvellino

La situazione s'è complicata, ma si può ancora rimediare. L'Avellino ha perso il vantaggio ottenuto in campionato e si ritrova a dover rincorrere la qualificazione al secondo turno nazionale dei playoff. Non resta altro che vincere, basta un solo gol di scarto con qualsiasi risultato (1-0, 2-1, 3-2...) per eliminare un Palermo coriaceo, ma tutt'altro che irresistibile, che ha evidenziato alcuni problemi in difesa e altri in attacco e che solo grazie a un rigore molto generoso concesso a tre minuti dalla fine ha vinto l'incontro spostando l'ago della bilancia dalla sua parte: con un pareggio si qualificherebbe, buttando subito fuori l'Avellino.

Gli ultimi due giorni sono stati accompagnati da polemiche e tensioni, a Palermo hanno ingigantito e gettato ombre su alcuni episodi di gioco, con protagonista il tecnico dei lupi Piero Braglia, chiamato a dover rispondere ad illazioni e fake news attraverso un comunicato stampa pubblicato ieri mattina dal club biancoverde. La tensione si taglia a fette, ma il nervosismo deve essere trasformato in agonismo e voglia di vincere. 

I tifosi, poche ore prima del calcio d'inizio, accoglieranno il pullman della squadra nei pressi di Campo Genova, scortandolo fino allo stadio. L'ennesima prova d'amore di una piazza innamorata e desiderosa di grande calcio. Ma in campo ci vanno i calciatori, gli unici in grado di poter ribaltare lo svantaggio per portare avanti la corsa alla Serie B.

Braglia potrebbe cambiare modulo nel tentativo di sorprendere Filippi e il suo Palermo. Non è da escludere l'adozione di un modulo più offensivo, magari il 3-4-1-2 con la presenza di un trequartista alle spalle delle due punte. Errico scalpita, ma nel caso in cui si dovesse optare per questa soluzione sarebbe De Francesco a partire favorito, con D'Angelo, piuttosto in ombra domenica, inizialmente in panchina. In attacco l'altra possibile novità, con Bernardotto e Santaniello che sperano di strappare la titolarità: l'ex Vibonese potrebbe pure partire dal primo minuto al posto di Maniero

Per il resto tutto uguale. Forte tra i pali sarà protetto da Laezza, Dossena e Illanes, mentre sulle fasce si muoveranno Ciancio e Tito. A centrocampo tutto ruoterà intorno ad Aloi e Carriero. Assenti l'infortunato Luigi Silvestri e gli squalificati Miceli (secondo turno di stop, rientrerebbe domenica in caso di qualificazione) e Baraye (due turni di stop). 

Probabile formazione:

AVELLINO (3-4-1-2): Forte; Laezza, Dossena, Illanes; Ciancio, Carriero, Aloi, Tito; De Francesco; Fella, Bernardotto. A disp.: Pane, Rocchi, Rizzo, Adamo, M. Silvestri, D’Angelo, Errico, Maniero, Santaniello. All.: Braglia.