Il campionato di Serie C finisce qui: è la scelta più sensata. Si va verso una Lega Pro extralarge

07.05.2020 17:58 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il campionato di Serie C finisce qui: è la scelta più sensata. Si va verso una Lega Pro extralarge

Il campionato di Lega Pro 2019-2020 finisce qui. Ha prevalso il buon senso. Era giusto fermarsi, mettendo da parte interessi personali ed economici.

E' stata la migliore assemblea di Lega Pro di sempre, ha detto un emozionato Francesco Ghirelli. E alla fine le scelte prese hanno accontentato la stragrande maggioranza delle 60 società di terza serie. 

Chi ha meritato di salire in B, giocherà in Serie B l'anno prossimo (Monza, Vicenza e Reggina), chi sperava di potersi salvare sul campo - seppure qualcuna sembrava già spacciata - ci è riuscito a tavolino (stop delle retrocessioni), mentre i playoff sono stati accantonati per fare posto alla scelta più sensata: premiare una quarta squadra per meriti sportivi. 

Il Bari e la Reggiana (ma più i pugliesi...) sono le uniche società uscite scontente e beffate dall'Assemblea: entrambe seconde in classifica, sono state superate dal Carpi, che ha ottenuto più punti con meno gare disputate. Saranno gli emiliani, molto probabilmente, a giocare la Serie B 2020-2021, con buona pace di De Laurentiis che, come 15 anni fa con il Napoli, dovrà trascorrere un altro anno in Lega Pro. 

L'Avellino, presente in assemblea con Angelo e Giovanni D'Agostino, ha votato per la sospensione della Lega Pro, per il blocco dei ripescaggi dalla serie D, per il blocco delle retrocessioni e per la promozione diretta in serie B delle capolista di ogni girone. Per quel che riguarda l'ammissione alla serie B della quarta squadra, la famiglia D'Agostino si è espressa in favore della promozione per meriti sportivi. 

Non ci saranno retrocessioni in Serie D e quasi certamente ripescaggi dalla Serie D, a cui è consentito - ovviamente - promuovere in Lega Pro le prime di ogni girone. 

A questo punto, aspettando le decisioni del Consiglio Federale e il futuro del torneo di Serie B, si potrebbe assistere a una Serie C a 69 squadre. Un campionato monstre, a 23 squadre per girone, anche in questo caso al netto di mancate iscrizioni a causa di problemi societari o legati all'impianto di gioco. Ma di questo se ne riparlerà in estate.