L'Avellino c'è, il Lanusei pure. Sforzini regala un altro briciolo di speranza, ma che fatica col Budoni

15.04.2019 00:12 di Forza Lupi   Vedi letture
L'Avellino c'è, il Lanusei pure. Sforzini regala un altro briciolo di speranza, ma che fatica col Budoni

Fuori un'altra. L'Avellino vince ma non basta, seppur soffrendo, almeno dal punto di vista della difficoltà di portare a casa i tre punti per gli uomini di Bucaro che hanno comunque battuto l'ostico Budoni col punteggio di 2-1 negli ultimi minuti del match. Campo bagnato, che ha reso maggiormente difficile la gara dei lupi che si sono prima portati in vantaggio con Capitanio, novità di formazione nel 4-4-2. In pochi si aspettavano Dionisi a sinistra, con appunto Capitanio nel mezzo con Dondoni. Un solo under in difesa con l'inserimento di Mentana in attacco con Sforzini. Nè Alfageme, nè De Vena dall'inizio. La scelta ha pagato perchè il difensore ha trovato così la prima rete stagionale che sembrava aver spianato la strada ad una vittoria facile, invece il Budoni di Cerbone è riuscito a trovare il pari con un calcio di punizione di Spano. Diverse occasioni da una parte e dall'altra con la partita che ad un certo punto sembrava non avere un padrone. Il gol poteva arrivare da ambedue le squadre e nel secondo tempo e dopo tante parate dei due portieri e una traversa di Sforzini, proprio il bomber ha trovato il vantaggio all'87' con un colpo di testa sontuoso. Gol numero 11 per lui in campionato, questo preziosissimo perchè consente all'Avellino di restare in scia di un Lanusei che ha vinto nuovamente, stavolta contro l'Ostia Mare 1-0. Sempre 5 i punti, con adesso solo tre partite rimanenti. L'impresa, seppur i lupi abbiano vinto la settima gara consecutiva, ora sembra davvero molto molto complicata. E poco importa se i sardi dovranno affrontare il Trastevere; la capolista dovrebbe fare due passi falsi con tre giornate a disposizione e l'Avellino ovviamente deve vincerle ancora tutte. Insomma, se fino a qualche settimana fa si trattava di miracolo, ora le speranze sono davvero pochissime. Nulla da rimproverarsi per i biancoverdi che hanno comunque fatto il proprio dovere fino a questo momento, trovando davanti una vera squadra. Forte e vogliosa di conquistare la Serie C. Nel frattempo si spera ancora ma con razionalità.