Cattaneo: "Di Somma li alzava e io menavo gli avversari. Savoldi era imprendibile e Zico..."

06.04.2020 15:48 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
Cattaneo: "Di Somma li alzava e io menavo gli avversari. Savoldi era imprendibile e Zico..."
Cesare Cattaneo, difensore dell'Avellino dal 1977 al 1981, ha ricordato gli anni in Irpinia ai microfoni di PrimaTivvù: "Sono cresciuto nel Milan, a Verona mi feci male, c'erano dubbi sul mio ritorno in campo e vennu ad Avellino. Il primo impatto, in ritiro, fu una catastrofe. Poi conobbi meglio i miei compagni e instaurai una bellissima amicizia. Ad Avellino c'è un pubblico incredibile, attaccato alla squadra, che sa trascinati. Di Somma? Ci sentiamo una o due volte all'anno. Lui alzava gli avversari e io li picchiava (ride, ndr). Entrambi avevamo una gran voglia di dimostrare il nostro valore. Di avversari ne ho affrontati, quelli piccoli di statura li soffrivo e poi c'era Savoldi. Non gli facevo mai vedere palla eppure un gol lo segnava sempre. Io ricordo il gol che segna al Milan. Albertosi uscì male, io colpii il pallone con il ginocchio e lo mandai in porta. Fu un pareggio importantissimo. A Udine ho giocato con Zico? No è Zico che ha giocato con me, io già ero a Udine (ride, ndr). Era un campione ma anche una persona amabile".