Simone Puleo, ex difensore e capitano dell'Avellino, ha parlato a Radio Punto Nuovo sul momento in casa biancoverde, sul mercato e altri temi. 
Queste le sue parole: "Siamo in un calcio totale dove bisogna adeguarsi al calcio di adesso, quando si gioca ormai a mercato aperto. E' tutto un continuo, i giocatori sono professionisti, bisogna giocare, anche con la consapevolezza che la domenica successiva si può giocare in un'altra squadra". 
Sull'Avellino: "E' in una fase di ammodernamento e ricostruzione e credo che la sosta possa aver fatto bene, al di là del pareggio della prima giornata del 2023 con la Gelbison. Ovviamente quando si cambia molto, il condizionamento c'è, ma questo non vuol dire che non si possa far bene. E' chiaro che quest'anno c'è un ritardo importante per le posizioni che contano, e quindi bisogna fare come si sta facendo, costruire, mettere basi solide per l'anno prossimo, senza però perdere di vista la stagione di quest'anno per fare dei buoni playoff, che sono una lotteria e quindi mai dire mai. Però penso che sia giusto programmare per la prossima stagione". 
Sull'attaccante: "E' al centro dell'attenzione, è quello che serve per una squadra per vincere la partita. L'attaccante è quello che deve finalizzare il gioco della squadra. Io quando ho giocato con gente come Evacuo e Biancolino, pensavo sempre di partire 1-0 e così era, in un modo o nell'altro il gol arrivava e la partita veniva vinta.

Quindi avere un attaccante importante in rosa è fondamentale. All'Avellino al momento manca? Magari sì, ma i lupi hanno una garanzia come Massimo Rastelli, che può assolutamente incidere in questa categoria, la conosce bene, l'ha vinta, ha esperienza e può essere un fattore". 
Sui playoff: "E' chiaro che arrivare in una posizione importante è fondamentale, nelle prime fasi. Conosciamo bene quanto sia importante il doppio risultato. E per l'Avellino, nella posizione in cui è ora, la vedo dura far bene ai playoff. Perché sarebbe davvero lunga. Quindi dovrebbe recuperare posizioni importanti e poi vedere, ma alla fine ripeto, l'importante è costruire una squadra forte in vista dell'anno prossimo".

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Ven 13 gennaio 2023 alle 15:20
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print