focus

Costantino (Pro Vercelli): “Da irpino sarebbe bello giocare con i lupi. Il Sudtirol è una squadra quadrata”

Intervenuto alla trasmissione Calcio d'Inizio di Sportchannel 214, attaccante classe 1990 della Pro Vercelli, ha parlato della sfida tra Avellino e Sudtirol, essendo un ex calciatore dei trentini ed essendo irpino, essendo originario di San...

Marco Costanza

Intervenuto alla trasmissione Calcio d'Inizio di Sportchannel 214, attaccante classe 1990 della Pro Vercelli, ha parlato della sfida tra Avellino e Sudtirol, essendo un ex calciatore dei trentini ed essendo irpino, essendo originario di San Sossio Baronia. 

Queste le sue parole: "Il Sudtirol è una squadra quadrata, molti fisica, noi abbiamo avuto problemi ad andare a duello con loro, perchè sono molto strutturati fisicamente e questa è stata una delle armi che hanno utilizzato per vincere. Io ho giocato con loro nel 2017-18,  e anche quando ero con loro la squadra era forte. Davanti hanno molta qualità e velocità, l'Avellino deve fare attenzione anche se ho visto la gara con il Palermo e i lupi hanno le stesse armi, la fisicità che può riuscire a contrapporre al Sudtirol". Braglia: "Io penso che il mister conosca tutti i giocatori della Serie C, li abbiamo incontrati quando Braglia era a Cosenza. Lui conosce i giocatori e le caratteristiche, è un tecnico troppo affermato per questa categoria". Le sue origini irpine: "Sarebbe bello giocare ad Avellino, i miei nonni mi sognano con quella maglia, ma i matrimoni si fanno in due. In passato ci sono state solo voci. Io da piccolo sono venuto spesso allo stadio e a vedere gli allenamenti e Sturno, visto che i miei nonni vivono a pochi chilometri da lì. Sarebbe bello".