L'ex capitano dell'Avellino, Stefano De Angelis è intervenuto nel corso di Linea Verde Sport, su SportChannel: "L'Avellino è una bella sorpresa. A inizio stagione non l'annoveravo tra le favorite alla vittoria del campionato, ma ora dopo 8 vittorie in 10 giornate, può essere inserita assieme al Bari alle spalle della Ternana. Le squadre di Braglia subiscono pochi gol, pure a Cosenza era così, anche se questo Avellino è più forte di quel Cosenza, che prese nelle ultime posizioni di classifica e lo trascinò in Serie B.

Lui conosce benissimo la categoria, sa come mettere in difficoltà l'avversario, le sue squadre possono sembrare poco belle, ma sono efficaci. Forte? Non lo scopriamo certo oggi, ma negli ultimi anni ha acquisito quell'esperienza necessaria per fare benissimo. Subire pochi gol non è merito soltanto della difesa, ma di tutta la squadra, che è compatta. Poi a me piace tantissimo Ciancio, un calciatore importante per la categoria, un uomo spogliatoio, dà qualcosa in più con la sua esperienza e la sua allegria

La fortuna di questo Avellino e dell'Avellino del 2007 è il saper battere i calci piazzati. Tito ha un piede fantastico, riesce a mettere il pallone nel punto giusto per il compagni. Poi Silvestri s'è fatto trovare pronto". 

Sezione: Focus / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 10:28
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print