Speciale di Prima Tivvù dedicato a Maradona: l'emittente irpina ha intervistato diversi calciatori del passato chiedendogli i loro ricordi di Maradona avversario. Si parte dall'attuale ds dell'Avellino, Salvatore Di Somma: "E' stato un colpo per me avere questa notizia, non me l'aspettavo, anche se ultimamente aveva avuto dei problemi, un intervento alla testa, ma la notizia mi ha sconvolto. Lui ha sempre detto che il vero derby era Napoli-Avellino, ho tantissimi ricordi di lui, era un extraterrestre, forse il più forte calciatore mai esistito. Ho giocato contro Pelé in un'amichevole Lecce-Santos, ma Maradona era fortissimo. Quando giocavamo contro Maradona avevamo un giocatore che non giocava mai, solo contro di lui perché era il suo marcatore diretto, cioé Murelli. Con lui difficilmente passava, lo marcava talmente bene che riusciva a limitarlo parecchio. E Maradona con grande umiltà lo ha sempre ammesso, era uno dei pochi che riusciva a fermarlo. Purtroppo alcune cattive compagnie lo hanno rovinato un po' fuori dal campo. Per me è morto il più grande di tutti i tempi, io lo ritengo il giocatore più forte, assieme a Pelé. Lui ti incantava con le giocate, con il suo modo di fare, i suoi movimenti. Potevi provare a menarlo in campo ma non era facile prenderlo, riusciva sempre a svincolarsi".

Sezione: Focus / Data: Gio 26 novembre 2020 alle 14:20
Autore: Niccolò Anfosso
Vedi letture
Print