Silvestri: "Mi piacerebbe restare, parleremo del rinnovo. Capuano mi ha insegnato tanto"

03.07.2020 15:59 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Silvestri: "Mi piacerebbe restare, parleremo del rinnovo. Capuano mi ha insegnato tanto"

Marco Silvestri, centrocampista dell'Avellino, è intervenuto oggi a Radio Punto Nuovo. "Ho affrontato l'infortunio con voglia di tornare in campo, ora sto bene, sono quasi 6 mesi da quando mi sono operato. Mi alleno per farmi trovare pronto per la nuova stagione. L'infortunio è stato un brutto colpo perché cominciavo ad avere continuità, mi sentivo bene fisicamente e mi è dispiaciuto. Ma fa parte del mestiere, l'abbiamo presa di petto e attaccato l'infortunio. Ho avuto la fortuna di poter continuare la rieducazione nonostante il Covid, ho continuato il percorso senza sosta e mi posso ritenere fortunato da questo punto di vista. Ad oggi mi sento bene. Mercoledì ho visto la partita. I miei compagni hanno dato tutto, si sono allenati sempre senza mai mollare, ci tenevamo ai playoff. Purtroppo avevamo un risultato su tre, ci riproveremo l'anno prossimo. 

La società mi è sempre stata vicina, si sono fatti sentire seguendo il percorso, non mi sono sentito abbandonato. Mi piacerebbe restare, ci siamo già sentiti col direttore, aspettavamo la fine dei playoff per una nuova chiamata per parlarne. Speravo che la chiamata arrivasse il piu' tardi possibile ovviamente, significava arrivare in fondo ai playoff, ora speriamo di sentirci presto. La nuova proprietà è arrivata mentre ero via da Avellino per l'operazione, da quello che mi dicono i compagni a noi giocatori non è mai mancato nulla, anche con le gestioni precedenti. Dovevamo solo concentrarci sul campo e non pensare all'esterno. Abbiamo fatto quello che ci è stato detto e lo abbiamo dimostrato con i risultati. Siamo un gruppo unito, una grande famiglia, ci si aiutava l'un l'altro. Tutto alla perfezione da parte della dirigenza, mai mancato nulla.

Con mister Capuano mi sono trovato molto bene, mi ha aiutato a crescere e migliorare, è un grande motivatore e un bravo allenatore, lo ringrazio della fiducia che mi stava dando. Purtroppo mi sono fermato con l'infortunio. Ora voglio tornare in campo e spero di dimostrare il mio valore con la maglia biancoverde".