l avversario

Vecchi (Sudtirol): “Non contenti di alcune decisioni arbitrali. Rimonta? Sarà durissima ma ci proveremo”

Il tecnico del Sudtirol, Stefano Vecchi, ha parlato in conferenza stampa al termmine della gara contro l'Avellino.  Queste le sue parole: "Sapevamo di dover fare una partita importante contro una squadra forte e si è visto....

Marco Costanza

Il tecnico del Sudtirol, Stefano Vecchi, ha parlato in conferenza stampa al termmine della gara contro l'Avellino. 

Queste le sue parole: "Sapevamo di dover fare una partita importante contro una squadra forte e si è visto. L’abbiamo giocata alla pari, ci sono stati un paio di episodi che ci hanno puniti, ma la partita è stata quella che ci aspettavamo. L’Avellino concede poco e ha individualità importanti che possono castigarti da un momento all'altro. Rimonta? Sarà dura ribaltare ma noi siamo una squadra che darà sempre tutto e ci proveremo fino alla fine".

Sulla partita: "Dove siamo stati carenti? Credo che nel primo gol c’è stata la casualità di una palla arrivata da quella parte, più che una carenza nostra è stata bravura del terzino sinistro. Sul secondo gol forse c’è stato un errore nostro. Ma ripeto: anche noi abbiamo avuto le nostre opportunità. Una volta è stato bravo il portiere, una volta è stata rimpallata, 2-3 volte non siamo stati bravi noi nell’ultimo passaggio. Loro sono stati più bravi nel finalizzare. E’ stata più una manata che un cazzotto, è stato un gesto sbagliato e giustamente è stato espulso.

Sugli episodi: "Poi possiamo parlare di altre situazioni ed episodi di cui non siamo contenti per come sono stati valutati. Se mi riferisco al fallo da rigore sul finale? A quello e anche ad altri contatti giudicati in un modo da una parte e in un altro dall’altra parte. Dalla panchina sembrava che il rigore ci fosse, ma quello che diciamo noi a fine partita conta veramente poco. Le scelte iniziali? Le rifarei, la partita è stata fatta con le idee che avevamo, è stato bravissimo Casiraghi quando è entrato a dare qualcosa in più. Abbiamo fatto e dato quello che dovevamo. Il primo gol è stato casuale e il secondo è stata una ingenuità. Vogliamo giocarcela fino alla fine, sappiamo che sarà durissima, ma ci proviamo”