Sono trascorsi 17 anni da quel tragico 20 settembre 2003, quando allo stadio Partenio di Avellino si consumò la tragedia di Sergio Ercolano, giovane tifoso del Napoli che morì prematuramente, dopo una caduta, per provare ad entrare nello stadio scavalcando le recinzioni. Quella sera, allo stadio Partenio, tornavano ad affrontarsi nel derby campano, l'Avellino e il Napoli. Non accadeva dal 1988, dai tempi di Maradona, in Serie A. I lupi erano appena saliti dalla Serie C, c'era un grande entusiasmo, dal 1996 gli irpini mancavano dalla serie cadetta. Il presidente Pasquale Casillo, recentemente scomparso, affiidò la panchina al maestro Boemo, Zdenek Zeman per la stagione in Serie B, rivelatasi poi fallimentare. 

Quella sera c'erano quasi 30.000 spettatori al Partenio, stadio stracolmo, entusiasmo a mille. L'opportunità di tornare ad affrontare il Napoli, caduto in disgrazia in Serie B, aveva creato un entusiasmo incredibile. Anche da Napoli giunsero tantissimi tifosi, in molti di più rispetto alla capienza della Curva Nord assegnata ai partenopei. 

Nel tentativo di ingresso al Partenio, il giovane tifoso del Napoli, Sergio Ercolano, cadde da un’altezza molto elevata e per lui non ci fu nulla da fare. Il punto in cui cadde rese difficile l’immediato intervento dei soccorritori, che ci misero tanto per arrivare a soccorrere il ragazzo che spirò all’ospedale Moscati di Avellino.

La serata di festa divenne una tragedia, i tifosi del Napoli invasero il Partenio, distruggendo tutto e prendendosela con le forze dell'ordine. La tensione era alle stelle, vennero anche provocati i tifosi dell'Avellino, che però non reagirono.

Il derby ovviamente non si giocò, fu data la vittoria all'Avellino a tavolino per 3-0 qualche settimana dopo. Ma oggi vogliamo solo ricordare Sergio Ercolano e una tragedia, che a distanza di 17 anni, fa ancora male. Tragedie che vorremmo non si ripetessero mai più, ma in tutti questi anni, non è cambiato molto purtroppo. Quella sera, il Partenio, colorato dei colori verdi e azzurri, si macchiò di rosso del sangue di Sergio. Una serata da dimenticare per lo sport, ma non dobbiamo dimenticare Sergio Ercolano, 20enne tifoso, che 17 anni fa perse la vita per inseguire i colori del cuore. 

Sezione: News / Data: Dom 20 settembre 2020 alle 12:31
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print