Un punto in due partite casalinghe sono un bottino piuttosto deludente, per un Avellino che resta comunque al quarto posto in classifica. Contro il Varese così è stata persa un'altra occasione, come affermato anche dall'ex allenatore dei biancoverdi Antonello Cuccureddu: "Nel primo tempo di sabato non ho visto la squadra organizzata che avevo avuto piacere di osservare in passato. Nel secondo tempo però la musica è cambiata, soprattutto grazie agli accorgimenti tattici attuati da Rastelli. Peccato però per le troppe occasioni sprecate e per quel palo che sta tremando ancora. Il Varese ha fatto una partita difensiva e questa tattica ha innervosito l'Avellino, che non trovando spazi non è riuscito ad impostare il suo gioco. Va comunque elogiato Rastelli, che è stato bravo ad inserire Soumarè ed Arrighini.

Trovando difficoltà per le vie interne, ha voluto provare sugli esterni la velocità e la fantasia di Soumarè, che alla fine si è dimostrato il migliore in campo. Arrighini è riuscito meglio di Comi a farsi raddoppiare e a mantenere costantemente la squadra alta. L'attaccante pisano mi è piaciuto molto perchè ha saltato l'uomo e ha creato le occasioni migliori, che solo per sfortuna non si sono concretizzate. Ci tengo inoltre a fare i complimenti a Massimo per il grande lavoro svolto in questi anni. Continuando così l'Avellino potrà entrare nei play-off".

Sezione: News / Data: Lun 24 novembre 2014 alle 15:23 / Fonte: Il Mattino
Autore: Ugo De Mattia
vedi letture
Print