Intervenuto a SportChannel, il giornalista del Corriere dello Sport, Furio Zara ha rivelato quelli che potrebbero essere i prossimi passi del calcio italiano: "Tutti devono fare la propria parte, accettare un taglio degli stipendi, di fare qualche sacrificio in termini di calendario. In questo momento il Governo, come ha fatto a inizio marzo, deve decidere: il calcio non è stato in grado di prendere decisioni, la linea deve dettarla il Governo entro un perimetro temporaneo. Poi spetterà al calcio darsi un equilibrio e delle date per giocare e per il calciomercato, ma non può ritenersi un interlocutore serio del Governo. 

I tagli degli stipendi? Bene quelli della Juventus, ma per salvare il sistema calcio non bisogna guardare questo esempio seppure positivo, ma guardare alla Lega Pro. Ci sono società dilettantistiche che vivono di sponsor e in questo momento i soldi non girano. Rischia di scomparire il 40-50% delle società dilettantistiche. Il proprietario di un club deve pensare prima alla sua azienda, ai suoi operai e poi ai calciatori".

Sezione: News / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 17:11
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print