Canonico (dg Scandone): "Non capisco il risentimento di Mengue, cifra concordata con i suoi agenti"

06.05.2020 14:34 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
Canonico (dg Scandone): "Non capisco il risentimento di Mengue, cifra concordata con i suoi agenti"

Gennaro Canonico, dg della Scandone, a SportChannel fa il punto della situazione dopo le lamentele di ieri di Mengue relativamente a un ingaggio ridotto che gli è stato riconosciuto dal club: "Il club è deluso non il giocatore, abbiamo fatti sacrifici per far sopravvivere la Scandone, in merito al pagamento che lamenta Ondo Mengue non so il motivo, noi ci siamo attenuti a quanto concordato con la società che lo rappresenta che parla di 75%, non capisco questa sua delusione. Abbiamo fatto tanti sacrifici così come i giocatori, ma questi sono stati sempre retribuiti puntualmente, non gli è mai mancato nulla, ho sentito spesso lodare la società da parte di altri cestisti, non lo dico io, hanno sempre sostenuto che la società non gli ha mai fatto mancare nulla, forse è un discorso puramente economico. Minaccia un lodo? Noi ci interfacciamo con i procuratori degli atleti, sia per l'ingaggio sia per i contratti se no non avrebbe senso farsi rappresentare da terzi. Debiti della Scandone? Sotto la mia gestione non ce ne sono, i vecchi sono in capo alla Sidigas che stanno cercando di risolvere loro".