La Cosmopol, già sponsor di maglia dell'Avellino calcio, arriva in soccorso della Scandone, cui era stato bloccato il mercato per il mancato pagamento degli arretrati al cestista Rich (circa 30 mila euro). L'azienda di vigilanza ha rimpolpato le casse della società gestita dal duo Canonico-Santoli con una sponsorizzazione, che potrebbe servire a terminare la stagione con tranquillità e probabilmente a mettere una toppa alla situazione legata ai lodi. Sulla cifra Canonico non si sbilancia, sembrerebbero essere almeno 20 mila euro, sulla possibilità che questa somma possa sbloccare il mercato lo stesso dirigente della Scandone glissa, prendendo tempo: «È un aiuto concreto, ma sui Bat dobbiamo verificare la situazione». Secondo quanto trapela da via Zoccolari, però, tutto dovrebbe restare com'è. Almeno per ora non si ricorrerà al mercato, lo sblocco potrebbe avvenire più avanti. Fiducia a coach De Gennaro ed a chi fino ad oggi ha affrontato questo campionato di serie B, ma è evidente che per raggiungere la salvezza servirà tornare a vincere.

La sponsorizzazione Cosmopol è benedetta dalla Scandone, ma ha fatto storcere il naso al Basket Club Irpinia. I cugini biancoverdi, in procinto di partire per il campionato di serie C Gold con un progetto sulla carta molto ambizioso, nelle scorse settimane erano stati vicini a stringere un accordo di sponsorizzazione con l'Istituto di Vigilanza, ma poi dinamiche socio-politiche hanno dirottato l'interesse sulla Scandone, andando così a premiare il principale club cittadino. Ora l'obiettivo dello staff e della società è compattare il gruppo di atleti, che la scorsa settimana ha ricevuto la visita dei tifosi organizzati. I sostenitori biancoverdi hanno spronato i giocatori invitandoli ad impegnarsi, mettendo da parte le problematiche personali, giocando d'insieme e da squadra. Un messaggio che sembra essere stato recepito da capitan Riccio e compagni.

Sezione: Basket / Data: Mer 17 febbraio 2021 alle 13:45 / Fonte: Il Mattino
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print