L'Avellino conta i punti che mancano al raggiungimento dell'obiettivo secondo posto. 

Sei gare alla fine della stagione regolare, sette punti di vantaggio sul Bari terzo in classifica, nove sul Catanzaro quarto, ma con una gara in meno giocata (mercoledì affronterà la Cavese in terra campana).

A causa degli scontri diretti a sfavore con entrambe le avversarie (ma col Bari si deve giocare la gara di ritorno, dopo il 4-1 subito all'andata), in caso di en plein di Bari e Catanzaro, all'Avellino serviranno 13 punti sui 18 a disposizione per chiudere il campionato al secondo posto.

Sulla carta dovrebbero occorrerne alcuni in meno, difficile che Bari e Catanzaro facciano filotto nelle loro sei e sette gare a disposizione. 

Ma diamo uno sguardo al calendario dell'Avellino. Domenica al Partenio-Lombardi arriva la Virtus Francavilla, rinfrancata dal blitz di Teramo, ma non ancora al sicuro in ottica salvezza. Un match non impossibile, ma che comunque nasconde delle insidie. Il sabato di Pasqua, Miceli e compagni faranno visita alla Ternana, che potrebbe festeggiare la promozione in Serie B con sei giornate di anticipo. Chissà che gli umbri non siano già sazi e possano lasciare campo libero all'Avellino.

Quindi toccherà al match più delicato di quelli ancora da disputare: Avellino-Bari. L'obiettivo dei lupi è arrivare al confronto con almeno quattro punti di vantaggio sui galletti, in modo tale da gestire l'esito dell'incontro, dal momento che nelle ultime tre gare l'Avellino affronterà avversari abbordabili. 

La Vibonese probabilmente sarà ancora in corsa per salvarsi, ma i calabresi non vincono da diverse settimane e hanno ottenuto solo 6 punti nelle ultime 7 giornate. Quindi sarà la volta del Teramo in casa: gli abruzzesi potrebbero aver già blindato la qualificazione ai playoff e non avrebbero da chiedere più nulla alla stagione regolare. Infine, la Cavese, da affrontare in terra metelliana: la squadra di Campilongo deve iniziare a correre per evitare di retrocedere in D senza passare dai playout (con un massimo di otto punti dalla quartultima non si disputerebbero gli spareggi retrocessione).

Sezione: Copertina / Data: Lun 22 marzo 2021 alle 18:36
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print