Massimo Rastelli, tecnico dell'Avellino, ha commentato il pareggio per 0-0 nel derby contro la Juve Stabia. 
Queste le sue parole: "Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, di grande aggressione e intensità, contro una squadra che non subisce gol e che in ripartenza, se gli concedi metri, può farti male. Abbiamo fatto tanti cross, abbiamo preso un palo con Gambale e alla fine lo stesso Gambale ha avuto la chance di testa. Però ci sta perdere lucidità dopo una gara giocata 3 giorni fa. Ci portiamo a casa questo punticino, con la buona notizia di non aver preso gol e con la consapevolezza che i ragazzi si stanno cercando e stanno provando a fare qualcosa di diverso. Ho fatto i complimenti ai ragazzi, perchè stanno interpretando bene le gare, ora ci rituffiamo per preparare la gara di domenica, dove c'è un altro derby". 
Sui cambi: "Non è facile quando hai giocatori che hanno dato tanto, magari entrare dopo, ci metti un po' a carburare. Credo che oggi era giusto partire con qualche ragazzo un po' più fresco, era giusto partire con Kanoute e Murano dall'inizio, e chi è entrato poi non ha fatto la giocata risolutiva, ma ha dato il suo contributo". 
Sulle occasioni: "Abbiamo avuto situazioni che avrebbero potuto avere un esito diverso.

Ci serve continuità, e i ragazzi stanno iniziando a trovarsi. La strada è ancora lunga, è tortuosa, ci sono squadre ben organizzate e la Juve Stabia è una di queste". 
Assenza di pubblico con l'Andria: "Sono dispiaciuto, perchè abbiamo già pagato a caro prezzo con il Giugliano, mi spiace che due organi non si siano parlati e abbiano tratto conclusioni differenti. Mi dispiace per tutti i tifosi, che magari a Foggia non c'erano e anche per chi c'era è un peccato".
Su Gambale: "E' importante, in questo momento, nell'economia del gioco, ci sta dando tanto e presto arriverà anche il gol. Oggi c'è andato vicino, spero che presto si possa sbloccare". 
Sul mercato: "Sto evitando di parlare di mercato, mi sto concentrando solo nel far crescere questi ragazzi, perchè stanno dando l'anima e non ricordo mai di aver richiamato un giocatore per mancanza di impegno. Mi stanno mettendo in difficoltà, dal 23 dicembre faremo le valutazioni". 
 

Sezione: Copertina / Data: Mer 30 novembre 2022 alle 23:41
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print