L'udienza pre-fallimentare che vede protagonista la Scandone Avellino è stata rinviata al 22 aprile.

Al tribunale di Avellino era presente il dottor Basile, in qualità di liquidatore del club, difeso dagli avvocati Fabio e Achille Benigni.

Scongiurato, per un altro mese, il rischio fallimento, dopo l'istanza presentata dalla Procura di Avellino, per debiti nei confronti dello Stato per circa 9 milioni di euro.

Sezione: Copertina / Data: Gio 25 marzo 2021 alle 11:34
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print