Patron Walter Taccone ai microfoni di Sport Channel non le manda a dire alla squadra e tecnico. Il massimo dirigente dei lupi è rammaricato per il ko di Cremona: "Non si può perdere contro questa Cremonese. Non me ne voglia l'amico Tesser, gli auguro tutto il meglio ma sono deluso della prestazione dei miei e del gioco espresso. Troppi lanci lunghi che servivano a poco. Siamo stati prevedibili, giochiamo molto sulle fasce, le nostre ali prima devono prendersi il pallone, girarsi, puntare gli avversari e crossare.

Inoltre, non abbiamo un calciatore in grado di lanciare le nostre ali". Sul gol annullato ad Asencio: "È un errore del loro portiere. Siamo stati danneggiati ma non dobbiamo piangerci addosso". Sabato arriva il Foggia dell'ex Stroppa. Gara che evoca bei ricordi: "Una squadra che gioca un buon calcio ma al "Partenio" tutti devono soffrire un Avellino pimpante. Hanno ambizioni, non sono una squadra di fenomeni ma possono ottenere l'obiettivo salvezza il prima possibile". 

Sezione: Copertina / Data: Mar 05 settembre 2017 alle 10:33
Autore: Alfonso Marrazzo
vedi letture
Print