Giacomo Modica, tecnico della Cavese avversaria dell'Avellino domenica al Partenio-Lombardi, ha parlato ai microfoni di SportChannel: "Il campionato è tosto, con equilibri molto forti. Ci sono sette, otto squadre importanti e poi altre meno quotate, ma come spesso capita ci sarà qualche outsider. Il livello della Lega Pro è livellato verso l'alto.

Braglia? E' una garanzia per tutti, ha esperienza, qualità, conosce la categoria. Ma domenica sarà un test che servirà a valutare i rispettivi stati di salute. Presumo che l'Avellino non sia al top della condizione. Bernardotto? E' un calciatore interessante, a me ha dato molte soddisfazioni, ha una grande forza fisica, è umile, sotto porta è molto bravo, può essere una risorsa importante nell'organico dell'Avellino. Per me è stato un compagno di viaggio importante. 

Dell'esperienza ad Avellino nella stagione 2003-2004 (era il vice di Zeman, ndr) ho un bel ricordo sul piano umano, ma nell'insieme non fu molto piacevole. Avemmo una miriade di imprevisti. personalmente ebbi modo di relazionarmi con persone con cui mi sento ancora, ma sul lato tecnico, il campionato non andò come auspicavamo, per una serie di problemi, meritavamo tutti qualcosa di diverso". 

Sezione: Focus / Data: Ven 18 settembre 2020 alle 19:06
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print