Marcel Vulpis, vicepresidente vicario della Lega Pro, a TuttoC.com ha fatto un punto sul campionato appena concluso e suoi playoff: "Come sempre ci potrebbero essere delle sorprese. Ricordo ancora il Cosenza che partì dai playoff di girone e poi salì in cadetteria (con Braglia, ndr). C'è una Juve Stabia che ha quasi sempre vinto in quest'ultimo periodo, ci sono Avellino e Catanzaro comunque da considerare come serie pretendenti alla cadetteria. Ma in tutti e tre i gironi c'è la potenziale vincitrice. La formula di questi play è intrigante, bella, spettacolare e ha fatto sì che la fase finale della regular season fosse combattuta fino all'ultimo. E questo è importante per il prodotto Serie C: ha permesso che i tifosi rimanessero attaccati fino all'ultimo alla propria squadra. Il pathos è uno dei punti di forza di questa Lega. Non è un caso che il presidente della FIGC Gravina stia pensando ai playoff anche in Serie A".

La prossima stagione vedrà una nuova divisione orizzontale dei gironi?
"È stata istituita mesi fa una commissione sulla riforma dei gironi, con due presidenti di club per ogni raggruppamento a parteciparvi. Stanno ragionando su come ottimizzare i costi e migliorare il prodotto. Dalle loro proposte si aprirà un tavolo di discussione nel Consiglio Direttivo per poi arrivare alla scelta finale. L'obiettivo resta quello di rendere più attraente la C per le televisioni, per gli sponsor e, appena potranno tornare, anche per i tifosi. Dobbiamo rispondere alle esigenze soprattutto di quest'ultimi, ogni cambiamento verrà fatto in funzione di questo. Ogni campionato dovrà arricchirsi rispetto a quello precedente".

Tra due anni vede più una B1 e una B2 o una C1 e una C2? 
"Si deciderà tutti insieme. Sicuramente la persona giusta per fare questa riforma è indubbiamente Gravina: ha forza, autorevolezza e idee per farle. Personalmente non mi esprimo: prima bisogna vedere tutte le proposte, quando avrò lo scenario concreto allora potrò dire quella che mi piace di più. Ma, ovviamente, non deciderà Vulpis per conto suo".

Cosa aspettarci dal prossimo anno?
"Ci sarà una grossa novità sotto il profilo commerciale ma dobbiamo ancora aspettare un paio di mesi. Non posso anticipare altro, se non che in tempi non lunghissimi arriveremo a individuare una serie di potenziali sponsor".

Sezione: Focus / Data: Mer 05 maggio 2021 alle 11:12
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print