giovanili

Primavera 3: beffa Avellino, la Paganese vince 3-2 con una perla di Zerlenga nel finale

Primavera 3: beffa Avellino, la Paganese vince 3-2 con una perla di Zerlenga nel finale

Allo stadio Ambrosini di Venticano l'Avellino Primavera di mister Caruso cede l'onore delle armi alla la Paganese che vince 3-2 nel finale con una perla di Zerlenga quasi al 90'. Lupacchiotti penultimi in classifica...

Marco Costanza

Allo stadio Ambrosini di Venticano l'Avellino Primavera di mister Caruso cede l'onore delle armi alla la Paganese che vince 3-2 nel finale con una perla di Zerlenga quasi al 90'. Lupacchiotti penultimi in classifica nel girone, con soli 8 punti conquistati. Azzurro stellati invece secondi, con 24 punti, che salgono a 27, sola una lunghezza dalla Cavese capolista. Lupacchiotti in vantaggio, poi rimontati e bravi nel finale a pareggiare, prima dell'eurogol alla fine che ha regalato i 3 punti agli ospiti. Avellino con tanti 2003 in campo, un 2004 e il giovane Di Martino del 2005. Paganese invece più esperta, con tanti 2002, poi diversi 2003 e solo il portiere 2004. Gara molto equilibrata nei primi minuti, con l'Avellino che approccia bene l'incontro e al 12' passa in vantaggio con una bella azione solitaria di Mocanu. Il giovane si infila tra la difesa ospite e con un tocco di esterno batte il portiere. La Paganese si riversa in attacco ma lascia tanti spazi al contropiede irpino e in 3 occasioni, Mocanu e Pinto  hanno la palla per il 2-0 ma i lupacchiotti sprecano. E la Paganese punisce alla prima vera occasione da gol, al 35' con Zerlenga che calcia in posrta e con l'aiuto del palo insacca l'1-1. Un minuto dopo l'Aellino potrebbe anche capitolare. Sinistro bellissimo da fuori di Rossi, ma altrettanto spettacolare la parata di Petrone, che devia un pallone destinato all'incrocio. Ma sul tramonto del primo tempo, al 42', la Paganese trova il vantaggio. Gol molto fortunoso di Cavallo che di sinistro da fuori area, abbastanza innocuo, trova la deviaazione di un difensore biancoverde che spiazza il portiere per il vantaggio ospite.  Il primo tempo quindi termina sul 2-1 per gli ospiti. Nella ripresa, partenza migliore della Paganese, che prova a chiudere la gara. Tentativi di Cavallo e Zerlenga ottimamente bloccati dal portiere irpino Petrone, davvero straordinario. Caruso prova a dare una svolta inserendo D'Agosto al posto di Spina all'11' della ripresa. L'Avellino tiene bene il campo contro la Paganese che insiste nel chiudere la gara. Ancora cambi per Caruso, che inserisce De Stefano e Manzo per Pinto e Del Grande. All'80', arriva l'episodio per i lupi. De Stefano si inserisce tra le linee della Paganese e viene steso in area. Calcio di rigore per i lupacchiotti che Mocanu non sbaglia per il 2-2. La Paganese reagisce con veemenza. All'88' l'Avellino perde palla, ne approfitta Zerlenga che insacca con un gran destro a giro per il 3-2 ospite. Un gol davvero straordinaro. 

IL TABELLINOAvellino Primavera 2-3 Paganese PrimaveraMarcatori: 12' Mocanu (A), 35' Zerlenga (P),  42' Cavallo (P), 80' Mocanu rig. (A), 88' Zerlenga (P).AVELLINO: Petrone, Spina (56' D'Agosto), Bocchetti, Di Feo, Candela, Robustelli, Di Martino, Florio (64' Caldiero) , Mocanu, Pinto (70'De Stefano), Del Grande (70'Manzo). All. Caruso. PAGANESE: Pinestro, Rossi, Tomolillo, Natale, Orta, Carannante, Cavallo, Del Gesso, Zerlenga, Carbone, Sorrettone. All. Matrecano.