l avversario

Turris, Fabiano: “L’Avellino ha giocato meglio ma ha segnato su due palle inattive”

Turris, Fabiano: “L’Avellino ha giocato meglio ma ha segnato su due palle inattive”

Il tecnico della Turris, Fabiano, ha commentato la sconfitta contro l'Avellino in conferenza stampa.  Queste le sue parole: “L’Avellino ha fatto un’ottima partita, ma penso che l’abbiamo fatta anche noi. Loro...

Marco Costanza

Il tecnico della Turris, Fabiano, ha commentato la sconfitta contro l'Avellino in conferenza stampa. 

Queste le sue parole: “L’Avellino ha fatto un’ottima partita, ma penso che l’abbiamo fatta anche noi. Loro sono stati aggressivi nei primi venti minuti e ci hanno soltanto impensierito sulle palle inattive. Da una di queste è nato il gol quando poco prima avevamo commesso un errore in uscita che loro sono stati bravi a capitalizzare. Abbiamo fatto molto bene il primo quarto d’ora del secondo tempo, poi il rigore ci ha tagliato un pò le gambe. L’Avellino è una squadra esperta, cattiva, caratteristica che ho molto apprezzato nei nostri avversari. Alla fine hanno meritato di vincere perché hanno fatto gol su due palle inattive e quindi bravi loro. Ma la Turris se l’è giocata alla pari”.

Sulla ripresa: “Ad inizio secondo tempo non volevo cambiare nulla perché eravamo in palla e stavamo facendo bene. Volevo far entrare Giuliano (Alma, ndr) prima del gol, nato da un rigore ingenuo perché abbiamo gestito male una palla in nostro possesso facendoci pressare e poi Maniero è stato bravo a prendersi il rigore. Bisogna anche riconoscere la bravura dell’attaccante. Poi si mette anche la malasorte, perché Abagnale l’aveva parato…”.

Sullo 0-2 si poteva immaginare anche stavolta un recupero come quello dell’andata? “Oggi era un altro Avellino, più cattivo, più determinato, più fisico – afferma Fabiano-. Faccio i complimenti a loro, ma faccio i complimenti anche i miei perché hanno retto bene. È stato un peccato perché avremmo potuto fare meglio nelle due occasioni in cui abbiamo subìto il gol”.

Il calendario propone un trittico di partite fondamentale in chiave salvezza: “Ragioniamo sempre partita per partita. Adesso resettiamo e siamo già con la testa alla prossima partita”.