Ostiamare-Avellino 1-2, le pagelle: Lagomarsini, errore indolore. Ciotola-Sforzini: letali!

25.11.2018 16:34 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 2057 volte
Ostiamare-Avellino 1-2, le pagelle: Lagomarsini, errore indolore. Ciotola-Sforzini: letali!

L'Avellino torna al successo in campo esterno dopo cinque giornate. Prestazione determinata e accorta, con brivido nel finale. Bene la difesa, letale l'attacco, Lagomarsini: errore indolore. Le pagelle di Ostiamare-Avellino 1-2. 

 

Lagomarsini 5.5 – E' perfetto fino al 43’ della ripresa, quando regala palla a Chinapah che riapre l’incontro regalando all’Avellino cinque minuti di sofferenze. Fino ad allora era stato attento sui palloni alti, uniche minacce portate dall’Ostiamare.

Nocerino 6.5 – Buona la sua prestazione, dopo i disastri di Fregene. Attento e deciso nei contrasti, gioca da veterano e strappa consensi.

Morero 6.5 – Meno uscite palla al piede e più garra in difesa. Spigoloso, difficile da superare quando è in giornata.

Dondoni 6 – Torna titolare e mette in pratica una prestazione discreta, priva di sbavature. Come Nocerino si fa perdonare le precedenti uscite a vuoto.

Parisi 6 – Meno arrembante del solito, più calato nella parte del terzino tutta quantità e poca spinta. Altra buona performance per il diciottenne serinese.

Tribuzzi 6 – Quando parte palla al piede è difficile da contenere, calcia la punizione che porta al gol di Ciotola, poi si eclissa nella ripresa e Graziani lo tira fuori dalla mischia. Non accetta il cambio, poi si chiarisce con il tecnico. 

(19' st Tompte 6 – Stavolta ci mette impegno. Pennella un buon cross per la testa di Sforzini, ma l’attaccante spreca prima del raddoppio. Pressa e recupera con buona verve. Lo scappellotto virtuale di Graziani post-Vis Artena ha fatto colpo).

Gerbaudo 6 – Perde qualche pallone di troppo a centrocampo complice un terreno di gioco da censura, ma la qualità emerge anche in condizioni proibitive.

Matute 6.5 – Ha fiato e gamba, ricuce e corre a oltranza. Pare non risentire della stanchezza accumulata su un campo gibboso e allentato. Elemento imprescindibile per questo Avellino.

Carbonelli 6 – E’ un diesel. Fatica in avvio, prende confidenza con campo e avversario con il trascorrere della partita. La chiude senza essere sostituito, continua il suo momento di grazia.

Ciotola 7 – Dopo il rigore fallito contro il Castiadas ha segnato tre reti in tre gare. Oltre il gol tanto altro, a partire da qualche buona giocata a liberare il compagno. Ha preso per mano l’Avellino.

(26' st Sforzini 7 – Al rientro dopo tre gare si divora un gol di testa e piazza un pallonetto delizioso alle spalle di Giannini. Bentornato Nando).

De Vena 6 – Mezzo voto in più per la vittoria. Ripete la prestazione scialba di Aprilia, ma stavolta il risultato lo salva. Deve cambiare registro in trasferta.

(39' st Acampora sv).

All.: Graziani 6.5 – Rispolvera Dondoni e Nocerino in difesa, ridà fiducia a Carbonelli e le scelte lo ripagano. Un po' di serenità in più anche per lui.