È il momento di Simone Petricciuolo, arrivato a salvare i problemi difensivi dell'Avellino. A parlarne in maniera positiva è stato Vincenzo Feola, attualmente sulla panchina dell'Akragas, tecnico che conosce molto bene il giovane classe '95: «Per un ragazzo della sua età non è affatto facile esordire in B, soprattutto dopo aver affrontato un salto dai dilettanti. È stato uno dei protagonisti della vittoria del campionato scorso al Savoia, imporsi a soli 18 anni in una piazza esigente come Torre Annunziata significa avere una grande personalità che ha confermato al suo debutto tra i professionisti». 



«È il modulo in grado di sfruttare maggiormente le sue capacità. Simone è dotato di corsa e fisicità, oltre che di un ottimo calcio che destro. Ha attitudini di spinta, deve affinare soltanto la fase difensiva. Ora però deve godersi il momento e stare tranquilli, l’esordio di sabato deve rappresentare soltanto un punto di partenza per lui. La concorrenza sulla fascia destra è spietata, ma la sua determinazione gli consente di affrontare qualsiasi tipo di situazione».

Sezione: News / Data: Mer 12 novembre 2014 alle 09:50 / Fonte: IrpiniaNews
Autore: Mario Petillo
vedi letture
Print