Iacovacci: "A luglio ho provato a prendere l'Avellino, ora il discorso è chiuso"

15.10.2019 19:16 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Ninni Cannella/TuttoLegaPro.com
Iacovacci: "A luglio ho provato a prendere l'Avellino, ora il discorso è chiuso"

Intervistato da AvLive, il neo-presidente onorario del Carotenuto, Alberto Iacovacci ha spiegato i motivi per cui è entrato nel sodalizio mandamentale, chiudendo la porta a un ritorno nell'U.S. Avellino: "Ho notato un'organizzazione che difficilmente si riscontra in categorie superiori. E soprattutto un affetto importante da parte dell'imprenditoria locale e della tifoseria della squadra di Mugnano. Biancolino? Lo stimo molto, con lui ho vissuto da vicino un'annata spettacolare culminata con la promozione in Serie B. Mi fa strano vederlo come allenatore del Carotenuto, sta facendo bene e gli auguro le migliori fortune. I tifosi dell'Avellino li porto nel cuore, a luglio c'è stato un approccio con altre persone per l'acquisizione dell'U.S. Avellino che non è maturato, ho ricevuto attestati di stima e ringrazio tutti quelli che ci sono stati vicino. Il pubblico biancoverde ha grande maturità nonostante la situazione delicata e questo è sinonimo di grande intelligenza. L'Avellino? Il discorso si è interrotto definitivamente e non credo che in futuro potremo riassociarci all'Avellino. Mi auguro che qualcuno possa ridare lustro come ha fatto la famiglia Iacovacci mettendoci il cuore. Ci sono situazioni difficilmente superabili, sarà premura del Tribunale collocare il pacchetto societario nelle mani giuste".