l avversario

Ronaldo (Padova): “Abbiamo fatto la fine del Milan nella finale di Champions ad Istanbul. Per fortuna l’esito è stato diverso”

Il giocatore del Padova, Ronaldo, con un suo gol ha salvato gli euganei da una clamorosa eliminazione dai playoff. Il brasiliano, ai canali ufficiali del club, ha così commentato l'1-3 contro il Renate.  Queste le sue parole...

Marco Costanza

Il giocatore del Padova, Ronaldo, con un suo gol ha salvato gli euganei da una clamorosa eliminazione dai playoff. Il brasiliano, ai canali ufficiali del club, ha così commentato l'1-3 contro il Renate. 

Queste le sue parole riportate da TuttoC.com: "Tre gol subiti in 17 minuti? Dopo il secondo siamo andati un po’ in difficoltà, le partite sono così, oggi sono successe cose che non si vedono spesso. La cosa importante è essere passati oggi. Deve essere una lezione perché non succeda di nuovo, il primo tempo abbiamo gestito, forse pure troppo. Sarebbe servito un gol per mettere in cassaforte la qualificazione. Nella ripresa è successo di tutto. In finale di Champions League è successo al Milan (a Istanbul nel 2005 contro il Liverpool NdR), oggi è successo a noi, non deve accadere più. Il gol? Ci siamo tolti un peso dalle spalle, sono stato fortunato a segnare, se anche avesse segnato qualsiasi altro sarebbe stata lo stesso una liberazione. Adesso dobbiamo recuperare le energie per domenica. Si può soffrire nel calcio, ma bisogna soffrire in modo diverso. Anche all’andata potevamo aver fatto qualche gol in più. Loro ci hanno graziati alcune volte nel 2° tempo, come noi li abbiamo graziati nella prima gara. Il Renate ha fatto molto bene durante l’anno, per tanto tempo sono stati primi in classifica nel loro girone. Il gol di Kabashi, un gran gol, ci ha messo in difficoltà, bisogna analizzare bene quello che è successo perché non ricapiti. Qual è il vero Padova? Il primo tempo abbiamo gestito bene la gara, è stato un problema del 2° tempo. Adesso sono partite da dentro-fuori, non dobbiamo ripetere gli errori di oggi, nel 2° tempo son capitati molti episodi che non si vedono spesso, però abbiamo avuto un po’ di forza di fare il gol che ci ha consentito di passare il turno. Noi siamo il Padova di mercoledì, non il Padova del 2° tempo di oggi. Siamo usciti un po’ increduli, abbiamo un po’ di giorni per trovare i motivi, anche se io in testa ho ben chiaro quello che è successo”.