L'Avellino affonda a Vibo Valentia lasciando in Calabria i tre punti per chiudere la pratica secondo posto. Forte tiene a galla i lupi, De Francesco prova a illuminare. Male Miceli e Adamo, Bernardotto annullato da Vergara. Le pagelle di Vibonese-Avellino 2-0. 

Forte 6.5 - Sorpreso dal guizzo di Pugliese, si riscatta respingendogli il calcio di rigore tenendo in piedi l'Avellino. Salvato dal palo sulla punizione di Laaribi, non può nulla sul tiro vincente di Tumbarello nel recupero. 

Rocchi 5.5 - Ha meno responsabilità di Miceli e Illanes sul gol del vantaggio della Vibonese, ma sembra smarrito e fuori fase. Braglia non lo rimanda in campo nella ripresa. 

(1' st Rizzo 5.5 - Tanta buona volontà, ma poca sostanza. Si sbatte cercando spazi per crossare, viene puntualmente rimontato e raddoppiato). 

Miceli 5 - Balbetta e non esce in tempo su Spina, innescando il gol di Pugliese. Sul raddoppio si fa attraversare dall'avversario. 

Illanes 5.5 - Mezzo voto in più per quel recupero in scivolata su Plescia che salva il risultato nella ripresa. Ha colpe sul gol di Pugliese, soffre maledettamente Spina. Migliora nella seconda parte della ripresa, ma non raggiunge la sufficienza. 

(33' st Laezza 6 - Sufficienza di stima dopo sette mesi di assenza dal campo, che diventano nove considerato le gare ufficiali. Battaglia nel finale, sembra aver superato il grave infortunio al ginocchio, ovviamente deve ritrovare la forma migliore). 

Ciancio 5.5 - Se avesse segnato gli avremmo assegnato un bel 7 in pagella. Mengoni vola all'incrocio e gli nega la gioia del gol, ma fino a quel momento si era visto solo per qualche cross sparacchiato in area senza precisione. 

Aloi 5 - Poco pulito nelle giocate e negli interventi. Si fa fregare da Laaribi che lo induce a commettere fallo da rigore. Farraginoso palla al piede, probabilmente la sua prova peggiore in maglia biancoverde. 

De Francesco 6.5 - Tutti i palloni più importanti passano dai suoi piedi. Arriva due volte alla conclusione nel primo tempo, pesca i compagni sui calci piazzati e non molla fino all'ultimo secondo. Il migliore in campo.

D'Angelo 6 - Gioca a tutto campo, cerca combinazioni e fraseggi con i compagni, si dà un gran da fare. Stanco, viene tirato via a metà ripresa. 

(20' st Errico 6 - Per tutto quello che ha passato avrebbe meritato che quel pallone colpito di testa finisse all'incrocio dei pali anziché contro la traversa. È vivo e reattivo, il rinforzo per Braglia nella post-season). 

Adamo 5 - Fumoso, fa rimpiangere Tito con una prestazione incolore. Non rientra in campo dopo l'intervallo.

(1' st Baraye 5.5 - Si batte con l'avversario di fascia, prova a puntare l'uomo ma gli manca la qualità necessaria per riuscirci). 

Fella 6 - Inizia bene, poi sparisce dalla partita giocando troppo lontano dalla porta, e rientra in scena colpendo un palo. Discontinuo e sfortunato. 

Maniero 5.5 - Esce dal campo per un risentimento muscolare, fino al 33' del primo tempo non si era mai visto. 

(33' pt Bernardotto 5 - Ingaggia un duello all'ultimo contrasto con Vergara ed esce sconfitto. Il ritorno a Vibo Valentia è pesantemente negativo).

All.: Braglia 5 - Rivolta l'Avellino nel secondo tempo, ma affonda assieme alla sua squadra, al di là delle assenze pesanti.

Sezione: Le pagelle / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 19:38
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print