Il 5 aprile 1987, l'Avellino vinse con il Milan di Berlusconi per 2-1. I lupi, guidati da Vinicio, stavano disputando la loro migliore stagione in assoluto in Serie A. Il Milan invece era passato da poco a Berlusconi, che puntava in grande.
Ma quel 5 aprile 1987, i rossoneri si inchinarono ai lupi, e all'indomani, il grande Nils Liedholm, fu esonerato dalla panchina rossonera. Al suo posto poi subentrò un giovanissimo Capello, che avrebbe chiuso la stagione, prima di lasciare il timone a Sacchi. 
Era il primo Milan di Berlusconi, che da lì a poco avrebbe dominato in Europa e nel Mondo. Quell'Avellino di Vinicio, che per pochi punti non ottenne la qualificazione alla Coppa Uefa, annoverava in campo  gente come Dirceu, Alessio, Colomba, Tovalieri, Bertoni, Schachner. A segno Angelo Alessio, Tovalieri e il gol della bandiera rossonera fu di Mauro Tassotti.
Una sconfitta che costò caro a quel Milan, che in quella stagione si accennava soltanto a diventare quella immensa squadra che avremmo ammirato da lì a poco. Per i rossoneri c’era in campo Ray Wilkins, deceduto pochi anni fa, oltre ai vari Paolo Maldini, Baresi, Di Bartolomei, Donadoni e Virdis. Fu l’ultimo successo dei lupi sul Milan.

TABELLINO

Avellino 2-1 Milan    05/04/1987  Stadio Partenio

Marcatori:

Alessio (A), Tovalieri (A), Tassotti (M).

Avellino: Di Leo, Murelli, Garuti (81′ Ferroni), Colantuono, Amodio, Dirceu, Colomba, Benedetti, Alessio (70′ Gazzaneo), Tovalieri, Bertoni. All. Luis Vinicio. 

Milan: Nuciari, Lorenzini, Di Bartolomei, Filippo Galli, Tassotti, Paolo Maldini, Franco Baresi (69′ Manzo), Ray Wilkins, Donadoni, Virdis, Hateley. All. Nils Liedholm.

Nel link il video con le immagini salienti di quella gara.

Sezione: Mi ritorni in mente / Data: Lun 05 aprile 2021 alle 09:30
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print