VIDEO - Mi ritorni in mente, 7 aprile: Galderisi lancia l'orologio, maxi-squalifica al Partenio

07.04.2020 10:00 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com
VIDEO - Mi ritorni in mente, 7 aprile: Galderisi lancia l'orologio, maxi-squalifica al Partenio

Continua il nostro viaggio nel tempo con la rubrica "Mi ritorni in mente", con la quale ripercorriamo gli ultimi 40 anni di storia dell'U.S. Avellino, giorno per giorno. 

I biancoverdi hanno disputato cinque gare il 7 aprile, con un bilancio di due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. 

L'unico ko si riferisce al primo precedente, quello del 1991. Nel campionato di Serie B, al Partenio, l'Avellino ospitò il Foggia di Zeman proiettato verso la promozione in massima serie. In quella squadra militavano campioni del calibro di Signori, Baiano e Rambaudi e altri ottimi calciatori come Barone, Manicone (che giocò nell'Inter di Bagnoli) e l'ex Giovanni Bucaro, che diventerà prima atleta e poi allenatore dell'Avellino. I pugliesi espugnarono il Partenio con il risultato di 2-1, grazie alla doppietta di Baiano, un altro ex di turno, mentre Battaglia, su rigore, rese meno pesante il passivo per i lupi.

Nel 2002, nel torneo di Serie C, l'Avellino non andò oltre lo 0-0 contro il Pescara, sempre davanti al pubblico amico.

Polemiche e squalifiche, invece, per un altro pareggio collezionato dagli irpini, stavolta contro la Ternana nel 2007. L'Avellino di Galderisi duellava con il Ravenna per il primato in classifica. Agli umbri servivano punti per mettersi in sicurezza ed evitare patemi salvezza. Venne fuori una partita rocambolesca. L'Avellino passò tre volte in vantaggio, due con Biancolino e una con Porcari per il 3-2 che avrebbe regalato il primo posto in classifica. Ma in pieno recupero, una punizione di Bonfiglio (ex avellinese), sigillò il risultato sul 3-3.

Al triplice fischio scoppiò la rabbia dei calciatori e della panchina biancoverde nei confronti del direttore di gara, raggiunto da qualche dirigente e soprattutto da Galderisi che, secondo quanto riferì l'arbitro, gli lanciò addosso l'orologio per fargli capire che il recupero era abbondantemente terminato prima della punizione vincente di Bonfiglio. Non solo, l'arbitro dichiarò di essere stato colpito da due calci nel sedere, di aver visto il guardalinee strattonato da un dirigente e i calciatori della Ternana spintonati nei pressi dello spogliatoio.

Pesantissima fu la mano del giudice sportivo, che sanzionò l'Avellino con quattro gare a porte chiuse, poi ridotte a due (potè giocare in casa le gare playoff contro Taranto e Foggia). Galderisi rimediò cinque giornate di squalifica, ma sulla panchina dell'Avellino ne scontò appena una, poiché venne esonerato dopo il ko a Cava de Tirreni, una settimana dopo (vedi il video di AvLive alla fine dell'articolo). 

Esordio vincente, invece, per Claudio Foscarini nel 2018: il tecnico veneto, subentrato a Novellino, debuttò con un bel 2-0 contro il Perugia. Infine, la scorsa stagione, Di Paolantonio e Gerbaudo regalarono all'Avellino un prezioso successo sul campo del Trastevere (0-2)

Nei video il 3-3 contro la Ternana e la vittoria per 2-0 contro il Perugia. 

Clicca qui se segui da app

Clicca qui se segui da app