Il presidente della Lega Pro, Fracesco Ghirelli, è intervenuto alla prima puntata di 0825 di Ottochannel. Ghirelli ha parlato di diversi temi scottanti per la Lega Pro, come lo sciopero dell'AIC, la gara dell'Avellino rinviata e il caos Trapani. 

Queste le parole di Francesco Ghirelli: "Siamo contenti che si sia cominciato a giocare, ho ripetuto come una cantilena che si sarebbe partiti il 27 settembre e così è stato. Le difficoltà sono state enormi, le abbiamo affrontate e superate. Lo sciopero AIC per ora è scongiurato. Non giocare nel week-end sarebbe stato un crack per tutto il movimento e lo abbiamo evitato. Ora chiaramente parleremo con loro di alti punti e tematiche. La lista a 22 è una decisione che era stata presa perché le rose, sostanzialmente, erano composte da 25 tesserati e, sostanzialmente, scendono in campo dai 16 a un massimo di 22 calciatori. Nel momento in cui abbiamo chiesto al Governo la cassa integrazione, il credito d'imposta, noi dobbiamo fare la nostra parte. In ogni caso domani, martedì, verrà ufficializzato l'accordo della lista a 24+1 che è un 2001". 

Sulla brutta situazione tra Trapani e Casertana: "E' stata sicuramente una brutta pagina per la Serie C. Su quanto è accaduto è intervenuta la procura federale e c'è un'indagine in corso e quindi manterrei anche il riserbo di parola. Attendiamo le decisioni della giustizia sportiva. Futuro del Trapani? Ovviamente stiamo valutando il da farsi e speriamo che ci siano le garanzie per poter proseguire il campionato che in ogni caso è partito in modo sbagliato per loro". 

Su Avellino-Turris: "Peccato per il rinvio ma si è scagliato un nubifragio proprio in quelle ore sull'Irpinia, io credo che sia stato giusto rinviarla. Hanno provato a cominciarla, sperando magari in una tregua del maltempo ma era impossibile". 

Sezione: News / Data: Lun 28 settembre 2020 alle 12:00
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print