Mario Dell'Anno, presidente dell'Associazione per la Storia, è stato ospite di Zona Verde, format di Sportchannel 214, dove ha parlato di diversi temi. 
Queste le sue parole: "La Curva è anche mia e in mezzo a quella curva ci sono ragazzi che io ho cresciuto, in particolare Catello Porfido, che è l'unico che riesce a far cantare la curva. Sentir dire che Catello fa questo solo per interessi personali mi fa venire i brividi. Voglio capire se questa storia deve continuare. Cerchiamo di salvare quel poco di buono che c'è. Serve compattezza". 
Su Rastelli: "Non è il mio allenatore, non mi rappresenta. Un allenatore che quando vince sbatte i pugni negli spogliatoi non mi piace. E' presuntuoso. Lui ha detto che non è venuto qui a pettinare le bambole, ma neanche quello sa fare bene". 
Sul momento: "Il tifoso è deluso, contesta e critica, ma da qui a dire se mandare via De Vito o Rastelli non mi compete.

Se le cose non vanno bene è giusto che qualcuno paghi. Rastelli ha vinto il campionato all'epoca perchè aveva uomini veri. Quest'anno ci sono problemi di spogliatoio secondo me. Faccio un esempio semplice, se io ho 3 camerieri, e a due di loro do 3000 euro, e a un altro 500, e a questo gli dico di fare compiti più gravosi, questo cosa fa? Mi dice, perchè non glielo fai fare a chi prende 3000 euro? A buon intenditore...".
Sui playoff: "I playoff li andremo a fare. Infine voglio dire, cerchiamo di chiudere tutto qui. Mi prendo io le colpe dello striscione. Portiamo in porto la barca e poi si vede". 

Sezione: Parola ai tifosi / Data: Mar 28 febbraio 2023 alle 09:00
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print