Dopo lo striscione davanti la Curva Sud e lo spettacolo di luci in serata, la Curva Sud ha salutato il compleanno dell'US Avellino anche con un commovente comunicato: "108 di vita del calcio ad Avellino: una lunga storia che si tramanda di generazione in generazione e che non morirà mai. Abbiamo la gioia di aver vissuto una parte importante di questi anni. Nella nostra mente si affollano i ricordi e le emozioni, i personaggi e le leggende, i colori, le maglie e le bandiere, le partite e le indimenticabili battaglie, i campi e gli stadi, gli striscioni, le torce e i fumogeni, i megafoni e i tamburi, le amicizie e gli amori nati sui gradoni, la fratellanza e gli scontri, i viaggi per cielo, per mare e per terra, le discussioni e l'organizzazione del tifo, le lacrime di gioia e quelle amare delle sconfitte. E' la storia di uno sport che nella nostra terra è stato tutto: aggregazione popolare e per certi versi riscatto sociale. E' la storia dei nostri avi che non smetteremo mai di ringraziare che nel 1912 decisero di mettere su la prima squadra di calcio della città, iniziando l'attività agonistica nella polvere del glorioso Piazza d'Armi. E' la storia di un popolo che ne ha passate tante e nel calcio ha sempre cercato un rifugio dove poter leccarsi le ferite, rinascere e rialzarsi. E' la storia del lupo, simbolo della nostra Irpinia che da sempre sventola fiero sulle nostre bandiere. E' la storia del prato del Partenio, teatro delle nostre vittorie più belle. E' la storia di tutti quei tifosi che non ci sono più e che illuminano da lassù il nostro cammino. Vivremo tramandando alle nuove generazioni l'amore per i nostri colori così come hanno fatto i nostri precedessori. Oggi, domani e per sempre.

Elemento identitario senza paragoni... per un amore centenario che ha unito intere generazioni!

Curva Sud Avellino".

Sezione: Parola ai tifosi / Data: Sab 12 dicembre 2020 alle 21:39
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print