Archiviata la proficua campagna laziale, l'Avellino non si è montato la testa ed ha battuto, con merito, un'altra illustre avversaria: il Livorno. Altri tre punti fondamentali che confermano ancora una volta la teoria che questa squadra può davvero battere chiunque. La brutta sconfitta di Cittadella ha probabilmente fatto bene. Da allora in poi, infatti, Castaldo e compani non hanno più sbagliato un colpo. Hanno colpito, in maniera letale, quando potevano ed hanno sofferto quando dovevano. Stiamo, tutti, quindi rivedendo quello spirito che ha caratterizzato i Lupi dell'ormai famoso girone d'andata dello scorso campionato. Se poi aggiungiamo un cresciuto tasso tecnico della rosa è evidente che anche quest'anno questi ragazzi ci toglieranno ancora tante soddisfazioni. Naturalmente, essendo ancora alla sesta giornata, bisogna rimanere con i piedi per terra, ma le reazioni viste dopo l'errore a Latina di Gomis e quello di Bittante con i toscani, sono significative ed evidenziano un grandissimo spirito di gruppo.

Una squadra che punta a togliersi tante soddisfazioni, ponendo sempre come primo obiettivo la salvezza, non può prescindere da ciò e la sconfitta del "Tombolato" ha insegnato proprio ciò. Nelle ultime gare, infatti, i Lupi sono apparsi sempre molto equilibrati e nonostante, gli sfortunati infortuni, sempre molto pimpanti. Un'altra nota positiva, che va sottolineata, è proprio questa. L'Avellino cresce con il passare dei minuti e due rimonte come quella di Latina e quella con Livorno non sono assolutamente casuali. Insomma, ancora una volta si è capito che questo gruppo può regalare tante soddisfazioni. Ai tifosi, quindi, non resta che sostenerli come sempre fatto. Avanti Lupi!

Sezione: Editoriale / Data: Sab 27 settembre 2014 alle 20:05
Autore: Pasquale Nappo
vedi letture
Print