Città di Anagni-Avellino 1-1, le pagelle: Morero e Viscovo, incertezza fatale. Da Dalt mostruoso, De Vena è indispensabile

20.01.2019 16:34 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 1793 volte
Città di Anagni-Avellino 1-1, le pagelle: Morero e Viscovo, incertezza fatale. Da Dalt mostruoso, De Vena è indispensabile

L'Avellino perde nuovamente quota e si ferma sul campo dell'Anagni, punito dall'unico errore di giornata. Viscovo e Morero: indecisione fatale. Da Dalt mostruoso, De Vena indispensabile. Le pagelle di Città di Anagni-Avellino 1-1. 

 

Viscovo 5 – Si esalta due minuti prima del pareggio dell’Anagni, ma è incerto quanto Morero nell’episodio che porta all’1-1. Esce e non si intende col capitano, finisce in frittata.

Betti 6 – Sufficienza risicata per il neo-arrivato che ha bisogno di entrare nei meccanismi di squadra. Prova prevalentemente difensiva.

(43' st Omohonria sv).

Morero 4.5 – Ha più responsabilità di Viscovo, perché si fa beffare da Cardinali che gli pizzica un pallone facile da gestire. Unico, sanguinoso, errore di tutta la partita.

Dionisi 6 – Ordinato in difesa, non soffre mai le iniziative dell’avversario. Diligente ed efficace nelle chiusure, fa valere fisico e personalità. 

Parisi 6 – Nel primo tempo è indemoniato. Chiude gli spazi in difesa e pennella un apio di cross interessanti per De Vena. Nella ripresa si innervosisce, becca un giallo e ne rischia un altro. Deve dosare l’irruenza, altrimenti diventa un difetto grave.

Matute 5.5 – In affanno, ma comunque non limita il suo contributo in campo. Falloso nel primo tempo, migliora ma non troppo nella ripresa.

Di Paolantonio 6 – Nel secondo tempo paga in termini di lucidità e rallenta la manovra offensiva. Riesce comunque a confermarsi su buoni livelli.

(38' st Mentana 6 – Gioca due palloni. Il primo lo ciabatta, il secondo lo manda in porta trovando la risposta di Stancampiano. Stavolta non gli si può imputare nulla).

Gerbaudo 6 – Buone geometrie in mezzo al campo, gioca sulla sinistra e si alterna con Da Dalt e Parisi costruendo un buon fronte di gioco.

Tribuzzi 5.5 – Prova in chiaroscuro. Si accende a intermittenza  e prova troppo spesso la giocata personale anziché cercare il compagno meglio posizionato.

De Vena 7 – Primi venti minuti atomici. Segna il tredicesimo gol stagionale e sfiora il raddoppio. Nella ripresa colpisce la traversa. Esce perché non al meglio e l’Avellino si spegne.

(16' st Sforzini 5 – Si nota soltanto per un paio di spizzate, fa a sportellate con i difensori avversari ma non calcia mai in porta. Insufficiente, come mercoledì scorso).

Da Dalt 7 – Il miglior rinforzo del mercato invernale. Corre per tre, copre almeno 50 metri di campo e fino all’ultimo secondo rimane nel vivo dell’azione. Il migliore tra le fila biancoverdi.

All.: Bucaro 6 – Non ha grosse responsabilità, il pareggio è frutto di errori individuali. Vede allontanarsi il primato, con il rischio di non avere a disposizione neppure Alfageme.