Mi ritorni in mente, 1 giugno: un inutile pareggio che valse la riammissione in B

01.06.2020 09:59 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Mi ritorni in mente, 1 giugno: un inutile pareggio che valse la riammissione in B

Nuovo appuntamento con la rubrica "Mi ritorni in mente", con la quale ripercorriamo gli ultimi 40 anni di storia dell'U.S. Avellino, giorno per giorno. 

Il primo giugno l'Avellino ha disputato una sola gara di campionato. 

Quella relativa alla stagione 2007-2008, terminata con la retrocessione in Serie C dei biancoverdi, protagonisti in negativo in un torneo tormentato, dettato dalle dimissioni di Vavassori e Sarri in estate e il licenziamento di Carboni in corso d'opera. Alessandro Calori non riuscì a evitare la retrocessione, arrivata con una gara di anticipo. L'ultimo turno l'Avellino lo disputò in casa, contro il Brescia.

La garà terminò 1-1, con reti di Rispoli e Pellicori su rigore. Grazie a quel pareggio e al contemporaneo 0-0 del Ravenna contro il Cesena, i lupi riuscirono a tenersi stretta almeno la quartultima posizione di classifica, che servì alla riammissione estiva in Serie B, ai danni del Messina.