IL PAGELLONE DI FINE ANNO DI TUTTOAV: Charpentier e Parisi i migliori, delusioni in difesa e in attacco

03.07.2020 09:37 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
IL PAGELLONE DI FINE ANNO DI TUTTOAV: Charpentier e Parisi i migliori, delusioni in difesa e in attacco

E' terminata la stagione 2019-2020, che verrà ricordata per il lungo stop a causa del Coronavirus e per il campionato ridotto di otto giornate per consentire di completare l'anno attraverso gli spareggi promozione e retrocessione. 

E' tempo di giudizi, quindi, del classico pagellone di fine anno che terrà conto dei voti attribuiti nelle nostre pagelle a ogni calciatore e ai due allenatori che si sono avvicendati sulla panchina dell'Avellino.

PORTIERI

Sono stati tre i portieri che hanno difeso la porta biancoverde. A inizio campionato il titolare è stato Abibi, che ha lasciato l'Irpinia a gennaio per trasferirsi alla Cavese, salutando con un negativo 5.4 in otto giornate. Bene Tonti, che si è preso la maglia da titolare nel girone di andata disputando venti gare compresa quella dei playoff contro la Ternana, chiudendo la stagione con un bel 6.13, facendo anche meglio di Dini, prelevato a gennaio dal Trapani: per lui un 6.06 in otto gare.

DIFENSORI

E' Laezza il difensore migliore secondo le pagelle di TuttoAvellino: in 26 gare disputate ha totalizzato un positivo 6.08. Sufficienza piena per Celjak (6 in pagella in 27 gare giocate), mentre si è fermato a 5.81 capitan Morero (19 gare per lui). Sufficienza mancata anche per i colleghi Zullo (5.85 in 20 gare) e Illanes (5.90 in 25 gare). Non ha particolarmente brillato Bertolo, arrivato nel corso del mercato di riparazione: per lui un 5.75 in 6 gare. Bene Njie (6.10 ma in sole 5 gare)

CENTROCAMPISTI

La palma di migliore centrocampista biancoverde l'ha meritata Parisi con un incredibile 6.36 nelle prime 28 gare da professionista. A seguire Di Paolantonio, sempre in campo: 6.16 in 31 partite. Si è comportato bene Rossetti (6.09 in 23 gare), mentre Silvestri si è fermato ai margini della sufficienza (5.97 in 15 giornate, mai in campo nel girone di ritorno). Così e così De Marco (5.82 in 25 gare) e Izzillo, arrivato a gennaio (5.89 in 9 gare). Negativa l'esperienza di Karic (5.65 in 10 gare) rientrato in Svezia a metà stagione, così come l'apporto di Rizzo (5.40 in 5 gare, da gennaio). Hanno giocato poco Garofalo (6 in pagella in 5 gare), Evangelista (5.87 in 4 gare), Palmisano (5.5 in 3 gare) e Carbonelli (5.75 in 2 gare)

ATTACCANTI

Nonostante l'infortunio subito a dicembre è Charpentier l'attaccante con il voto più alto: 6.37 in 15 gare. Lo segue Micovschi (6.13 in 30 gare), mentre tutti gli altri centravanti non sono riusciti a raggiungere la sufficienza. Albadoro si è fermato a 5.80 in 24 gare, male Alfageme con 5.43 in 21 gare e soprattutto Pozzebon, arrivato a gennaio, ma capace di racimolare un 5.17 in 6 gare. Insufficienti anche gli apporti di Ferretti (5.87 in 8 gare) e Sandomenico (5.62 in 4 gare).

ALLENATORI

Capuano ha vinto la sfida degli allenatori con Ignoffo: il tecnico siciliano si è fermato a 5.94 in 9 giornate, mentre il trainer di Pescopagano ha meritato un 6.20 in 22 gare.