VIDEO - Mi ritorni in mente, 29 marzo: la prima volta di Carnevale e di "Cavallo Pazzo" Nardini

29.03.2020 10:00 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
VIDEO - Mi ritorni in mente, 29 marzo: la prima volta di Carnevale e di "Cavallo Pazzo" Nardini

Prosegue quotidianamente l'appuntamento con la rubrica "Mi ritorni in mente", con la quale ripercorriamo 40 anni di calcio Avellino. 

Oggi, 29 marzo, il libro dei ricordi biancoverde conta sei precedenti.

Il 29 marzo 1981, l'Avellino è di scena ad Ascoli per la 23esima giornata del campionato di Serie A. Al 20' della ripresa, Scanziani porta avanti i marchigiani, spingendo Vinicio a inserire il giovane attaccante Andrea Carnevale al posto di Repetto per cercare di recuperare lo svantaggio, pure meritato per quanto fatto vedere nei primi 65 minuti di partita. E Carnevale, poi campione d'Italia con il Napoli e ai mondiali 1990 con la maglia azzurra, segnerà il gol del pareggio a un minuto dalla fine: sarà la sua unica segnatura con l'Avellino, in undici presenze (vedi il video alla fine dell'articolo)

Successivamente l'Avellino collezionerà due sconfitte e un pareggio giocando il 29 marzo: nel 1987 perderà 2-0 a Brescia, in Serie A; nel 1992 non andrà oltre lo 0-0 con la Casertana in Serie B e nel 1997 cadrà in casa contro l'Atletico Catania (1-2) nel torneo di Serie C. 

Arriviamo così al 29 marzo 2008. Campionato di Serie B, l'Avellino fa visita al Ravenna ultimo in classifica. I biancoverdi, con l'avvento in panchina di Alessandro Calori, vive un buon momento di forma e si presentano in Romagna da favoriti. Il Ravenna, di Marruocco e Sforzini poi entrambi in Irpinia, prova a tenere accesa la fiammella della speranza e attacca la porta dell'Avellino, salvato in più occasioni da Armando Pantanelli, ma privato di Filippo Porcari espulso nel primo tempo. Si arriva così a pochi minuti dal termine della partita. Il subentrato Paonessa lancia l'esterno di centrocampo Nardini sulla corsia destra, lui si invola e si presenta davanti a Marruocco beffandolo al secondo tentativo per regalare la vittoria ai lupi, comunque retrocessi al termine del campionato e poi riammessi per la mancata iscrizione del Messina (vedi nel video alla fine dell'articolo)

L'ultimo precedente è relativo alla stagione 2014-2015: 29 marzo 2015, l'Avellino perde 1-0 contro il Catania disputando una gran partita. Decide l'incontro, tra le polemiche, il rigore molto dubbio segnato da Calaiò. Il Catania verrà poi retrocesso in Lega Pro per illecito sportivo, ma quella partita venne tenuta fuori dal lotto di quelle accomodate, su stessa ammissione del presidente etneo Antonino Pulvirenti. 

Nei video, il pareggio dell'Avellino ad Ascoli nel 1981 e la vittoria a Ravenna nel 2008.

Clicca qui se segui da app

Clicca qui se segui da app